/ Immobiliare

Immobiliare | 07 febbraio 2024, 08:00

Criteri di "decenza": le condizioni per poter affittare un alloggio (seconda parte)

Ogni mercoledì Montecarlonews dedica un articolo al settore immobiliare, perché essere informati è meglio. Una rubrica al “vostro servizio”

Criteri di "decenza": le condizioni per poter affittare un alloggio (seconda parte)

Quali sono le condizioni che consentono di definire dignitoso e quindi affittabile un alloggio?

Oltreai criteri illustrati nella prima parte, un alloggio dignitoso deve includere:

Un impianto di riscaldamento dotato di dispositivi per l'alimentazione energetica e l'evacuazione dei prodotti della combustione adeguati alle caratteristiche dell'alloggio;

Un impianto di approvvigionamento di acqua potabile che ne consenta la distribuzione con pressione e portata sufficienti per il normale utilizzo;
Impianti di smaltimento delle acque reflue dotati di sifone, ove necessario nell'abitazione, e in grado di impedire il riflusso degli odori dalle acque reflue;

Un locale che funge da cucina, vale a dire dove è possibile installare un apparecchio di cottura, un lavello collegato ad un impianto di alimentazione dell'acqua calda e fredda e ad un impianto di scarico dell'acqua;

Un impianto sanitario interno all'alloggio comprendente un WC e separato dalla stanza in cui l'inquilino consuma i pasti. I servizi igienici possono comunque essere ubicati all'esterno dell'alloggio se costituito da un unico locale, purché facilmente accessibili e ubicati nello stesso stabile. L'alloggio deve essere inoltre dotato di vasca o doccia fornita di acqua calda e fredda;

Una rete elettrica che consenta un'illuminazione sufficiente agli ambienti dell'abitazione e ai suoi punti di accesso, nonché il funzionamento dei comuni elettrodomestici.

Garantire la sicurezza e la salute dell'inquilino
Un altro criterio di decenza che deve essere rispettato da un locatore che affitta il suo immobile riguarda la sicurezza e la salute dell'affittuario. Questo criterio di decenza riguarda diverse caratteristiche della proprietà, nonché alcune delle sue attrezzature.

In primo luogo, un alloggio è considerato dignitoso se le sue fondamenta, i muri, il tetto, gli elementi di falegnameria esterna e tutti i punti di accesso sono in buone condizioni e sufficientemente solidi da garantire la sicurezza dell'inquilino.

Questi elementi devono proteggere l'abitazione anche dai dilavamenti, dalle risalite d'acqua e dalle infiltrazioni d'acqua.

Poi, porte, finestre e pareti devono essere in grado di proteggere sufficientemente l’abitazione dalle infiltrazioni d’aria.

A tal fine gli eventuali camini dovranno essere dotati di botola e le aperture verso locali non riscaldati dovranno essere dotate di porte o finestre.

In termini di ventilazione, una casa decente deve disporre di un sistema di ventilazione in buone condizioni che consenta il ricambio dell'aria e l'evacuazione dell'umidità adattato alle esigenze di normale occupazione dell'immobile.

Sempre dal punto di vista della sicurezza, l'abitazione è considerata dignitosa quando le ringhiere delle finestre, delle scale, dei balconi, nonché i punti di accesso, non presentano difetti o rischi.


Beppe Tassone

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium