/ Ambiente

Ambiente | 18 febbraio 2024, 19:00

Attenzione ai pollini! Il bollettino settimanale delle allergie

Il rischio di allergia é elevato e dovrebbe durare diverse settimane, fino alla fine di marzo

Sentieri intorno a La Colle sur Loup, fotografie di Danilo Radaelli

Sentieri intorno a La Colle sur Loup, fotografie di Danilo Radaelli

I pollini sono sempre più presenti nell'aria con una forte crescita. Gli alberi sono in piena fioritura, approfittando delle condizioni anticicloniche e delle temperature sopra la media stagionale, che persisteranno nella prossima settimana.



Questo il testo del bollettino settimanale
I pollini, a differenza degli studenti, non sono in vacanza in questi giorni!
Anzi, chi soffre di allergie deve prestare particolare attenzione: con temperature primaverili, le quantità di polline emesse dagli alberi aumentano ovunque.

L’aumento della quantità di polline è chiaramente visibile, in particolare per il nocciolo e l'ontano (famiglia delle Betulacee).

 

Il rischio di allergia sarà elevato nella maggior parte dei dipartimenti francesi.
Il polline delle Cupressacee (cipresso, ginepro, tuia) sarà molto abbondante da sud-ovest a sud-est grazie ad un clima soleggiato, molto mite e ad un forte vento che reggiungerà punte diu 60/80 km/h.

Il rischio di allergia é elevato e dovrebbe durare diverse settimane, fino alla fine di marzo.

In alcuni dipartimenti del sud-ovest del Paese, è il cocktail di polline di ontano, nocciolo e Cupressacee ad aumentare il rischio di allergia a un livello elevato.

Anche altre regioni vedranno un aumento delle Cupressacee e del polline di frassino, ma con un rischio inferiore.

Le mimose (acacie) fioriscono al sud con possibili allergie da prossimità.

Il polline delle Urticacee sarà responsabile di un basso rischio di allergie in tutta la regione del Mediterraneo.

 

Da segnalare anche l'inizio della fioritura di salici, pioppi e olmi con un rischio di allergia che non supererà il livello basso.

Ecco alcuni consigli pratici per proteggersi dal polline forniti dal sito internet del Réseau national de Surveillance Aérobiologique: lavare i capelli la sera, ventilare almeno 10 minuti al giorno prima dell'alba e dopo il tramonto, evitare di asciugare i vestiti all'esterno, tenere chiusi i finestrini delle auto.

Questa la sintesi del bollettino settimanale emesso dal Réseau national de surveillance aérobiologique per le Alpes-Maritimes:

  • Cupressaceae - (Cipresso) Rischio elevato
  • Frassino  - Rischio moderato
  • Ontano -  Rischio Basso

Beppe Tassone

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium