/ Ambiente

Ambiente | 13 marzo 2019, 21:00

Monaco lancia un invito a presentare proposte per il futuro centro di trattamento dei rifiuti

Marie-Pierre Gramaglia, consigliere governativo-ministro per le attrezzature, l'ambiente e l'urbanistica, ha annunciato l'avvio dell'invito a presentare proposte per la creazione di un centro di trattamento e recupero rifiuti non riciclabili

Monaco lancia un invito a presentare proposte per il futuro centro di trattamento dei rifiuti

"L'obiettivo è quello di avere, entro il 2026, un equipaggiamento esemplare in termini di impatto ambientale, mostrare soluzioni tecnologiche innovative, adattandosi a determinati vincoli (sito, ambiente urbano, ecc.)" ha detto Marie -Pierre Gramaglia.

A tal fine, un invito a presentare proposte tecnologiche sarà pubblicato entro la fine di marzo, a livello internazionale, e dovrà mettere in evidenza le migliori tecnologie disponibili per trattare gli sprechi del Principato.

Al termine di questa prima fase, che terminerà a luglio, dovrebbero essere selezionati dai 3 ai 5 costruttori di tecnologie.

Dovranno soddisfare i seguenti criteri:
- Ridurre al minimo gli impatti ambientali del progetto (livello e natura del livello di scarichi di inquinamento olfattivo e acustico, livello di impatto sui residenti ...);
- Controllo completo dei rischi industriali e ottimizzazione della sicurezza delle strutture per personale, visitatori e residenti;
- Dare priorità alla riduzione delle emissioni dirette di gas a effetto serra contenute negli obiettivi del Protocollo di Kyoto.

La fase 2, che riguarda la concorrenza dei candidati alla concessione, durerà circa 1 anno.

Questo passaggio richiederà ai produttori di tecnologie selezionate, la creazione di un team completo comprendente un operatore, appaltatori e partner finanziari.

In seguito ai negoziati con lo Stato monegasco, verrà annunciata la scelta dell'incumbent (al più tardi alla fine del primo semestre del 2020).

A sostegno di questa riflessione, la Direzione di Urbanistica (DAU), in coordinamento con il Dipartimento dell'ambiente ha formato un team multidisciplinare.

"L'aspetto urbano ha la sua importanza in questo progetto, verrà chiesto un gesto architettonico particolarmente significativo", ha detto Marie-Pierre Gramaglia.

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium