/ Altre notizie

Altre notizie | 16 giugno 2021, 08:00

Musiche, voci e il canto degli uccelli allietano il percorso delle tre linee del tram a Nizza

Si tratta di brevi sequenze musicali e vocali che annunciano l’approssimarsi delle varie stazioni

Tram, ligne 2 a Nizza

Tram, ligne 2 a Nizza

Ogni estate chi sale a bordo dei tram delle 3 linee di Nizza usufruisce di un valore aggiunto, quello dei messaggi sonori. Anche quest’anno il compositore e designer Michel Redolfi propone nuovi motivi sonori che possono essere ascoltati mentre ci si sposta da una parte all’altra della città.  

Si tratta di brevi sequenze musicali e vocali che annunciano l’approssimarsi delle varie stazioni.
Anche quest’anno, Michel Redolfi presenta quattro nuove serie di sonal su tutte le linee della rete Lignes d'Azur.

Linea 1: Le voci di Mado La Niçoise e Ben risuonano ogni fine settimana
Sabato e domenica mattina: il personaggio di Mado, incarnato dalla voce di Noëlle Perna, s’impossessa del tram. Il mercato di La Libé (stazione di Liberation) e Saleya (stazione della Cathédrale-Vieille Ville) sono tra le sue fermate preferite.
Sabato e domenica pomeriggio: Ben propone con buon umore e con la sua voce inimitabile, una raccolta di brevi pensieri: una performance vocale che s’intreccia maliziosamente tra i gli annunci classici.

Linea 2: Nuovi messaggi in occitano-nissart proposti da un cast di giovani formati al collège Port Lympia
In un momento di rinnovato interesse per le lingue regionali, una nuova generazione di artisti propone il linguaggio locale lungo il percorso. Il bilinguismo dei messaggi sonori sul tram è un'originalità che Michel Redolfi ha promosso fin dal lancio della linea 1.

Linea 3: Le "voci" degli uccelli
I messaggi che punteggiano il viaggio nell’Eco-Vallée sono le “voci” e i “canti” degli uccelli registrati sulle rive selvagge del Var e in altre parti del mondo. Un vero incanto acustico.

Chi è Michel Redolfi
Dopo una formazione classica al conservatorio, Michel Redolfi si dedicò alla composizione elettroacustica co-fondando all'età di 18 anni il Groupe de Musique Expérimentale de Marseille (GMEM). Si trasferì negli Stati Uniti nel 1972 e partecipò all'avvento dei sintetizzatori digitali. Ricercatore presso l'Università della California, ha inventato il concerto subacqueo.

Tornato in Francia nel 1984, ha diretto a Nizza fino al 1998 il Centro Internazionale per la Ricerca Musicale (CIRM) e il suo festival Manca.

Nel 2003 fonda uno studio multidisciplinare, Audionaute, specializzato in sound design per gli spazi pubblici: sound design vengono proposti sui tram a Nizza, Brest, Besançon, Liegi, oltre al suono del Centro Nazionale del Mare di Nausicaä nel 1991 e nel 2018.

Quasi sessanta opere formano un repertorio di concerti, danza, video arte e creazioni radiofoniche: la sua discografia include molti CD ed edizioni in vinile.

Ha ricevuto diversi premi e riconoscimenti tra cui il Grand Prix Ars Electronica di Linz, la Médaille de la SACEM e il titolo di Chevalier des Arts & Lettres.
 


Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium