/ Eventi

Eventi | 02 gennaio 2022, 10:00

Le Onde di Bruno Bébert esposte sotto il “pergola” di fronte al Negresco

La storia della “prima onda” che fece nascere una passione che ha reso famoso il fotografo nizzardo trasformatosi in "Chasseur de Vagues"

La "prima" onda fotografata da Bruno Bébert

La "prima" onda fotografata da Bruno Bébert

La Promenade des Anglais ospita la mostra fotografica “2011 – 2021 Bruno Bébert 10 Vagues”.

La Promenade è il luogo dove, dal 2011, il fotografo nizzardo, quando è brutto tempo, cattura le onde col suo obiettivo.  

 

 

La mostra è anche l’occasione per ricordare, i dieci anni trascorsi da quando Bruno Bébert, artista-fotografo, ha catturato la sua prima onda.

Nel novembre 2011, si trovava sulla Promenade des Anglais per conto di un’agenzia di stampa: scattava delle fotografie sotto il pergolato di fronte al Negresco, con la sensazione che stesse per succedere qualcosa.

 

 

E aveva ragione: le onde alzavano sempre più: guardando questo scenario l’attenzione venne attratta da una panchina bianca e si mise in attesa.
Mezz'ora dopo, un’onda, anzi “l’Onda”, si ruppe davanti al suo obiettivo.
Continuò il suo reportage e mentre tornava a casa guardò le fotografie rendendosi conto che una delle sue immagini non era come le altre.

Il Figaro Magazine pubblicò la sua foto a doppia pagina: "Questa foto è probabilmente una delle più belle che abbiamo mai pubblicato. Sembra un quadro di Magritte... Solo un pittore avrebbe potuto normalmente inventare un simile contrasto con la furia degli elementi, ma è stato un fotografo a catturarlo”. L'Onda era nata!

 

Questo riconoscimento e l'interesse suscitato attraverso i social network, tra professionisti dell'arte, ma anche collezionisti di tutto il mondo, gli aprirono la strada per intraprendere un nuovo lavoro fotografico.

 

Spinto dall’ entusiasmo collettivo, Bruno Bébert iniziò quindi un lavoro a lungo termine trasformandosi da "Chasseur d’images " in "Chasseur de Vagues".
Da 10 anni, ogni volta che una tempesta si abbatte sulla Costa Azzurra, se ne va a fotografare le sue Onde: giorno e notte, dall'autunno alla primavera, sotto il sole o sotto la pioggia, con una panchina, due panchine e anche senza ...

Oggi Bruno Bébert espone le sue Onde nel luogo in cui ha scattato la prima foto, sotto il pergolato di fronte all'Hotel Negresco.
Un decennio per proporre 10 Onde, Onde così diverse, ma, allo stesso tempo, così vicine!



Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium