/ Ambiente

Ambiente | 19 dicembre 2022, 18:00

Costa Azzurra: alla scoperta del territorio. Golf Juan e dintorni (Foto)

Montecarlonews propone luoghi, itinerari, passeggiate alla scoperta del Dipartimento delle Alpi Marittime. Le foto sono di Danilo Radaelli

Golf Juan e dintorni, fotografie di Danilo Radaelli

Golf Juan e dintorni, fotografie di Danilo Radaelli

Pedalata invernale per Danilo Radaelli che presenta, a chi conosce quei luoghi nel formato estivo, il loro volto invernale.
Da Golf Juan fino a Cap d’Antibes, con vista sull’Esterel e le Isole Lerins ed anche sul villaggio di Cagnes e su Saint Laurent du Var.

 

Golf Juan, Juan-les-Pins e Cap d’Antibes: sono località “cartolina”, biglietti da visita per un territorio votato al turismo ed in grado di attrarre l’attenzione di chi ama “il bello”.
Il Golfo ha dato il nome alla località di Golfe-Juan nel comune di Vallauris ed a quello di Juan-les-Pins, quartiere della vicina città di Antibes.

 

Golfe-Juan, una costa ricca di storia
Una curiosità: il 1 ° marzo 1815, in un momento in cui Golfe-Juan non era altro che un piccolo villaggio di pescatori, fu trasformato nel palcoscenico per una delle avventure più incredibili dell’Imperatore Napoleone Bonaparte: i “cento giorni”.

 

Il 6 aprile 1814 Napoleone venne esiliato sull’Isola d’Elba, da dove, il 26 febbraio 1815, con una manciata di uomini, partì a bordo dell’Inconstant, col favore delle tenebre.  La traversata avvenne senza incidenti.

 

Il 1° marzo 1815, alle 3 del pomeriggio, Napoleone arrivò a Golfe Juan che sapeva essere un porto sicuro e protetto.
Il suo obiettivo era raggiungere Parigi il più rapidamente possibile evitando le città reali della valle del Rodano. Decise di prendere la Route des Alpes, che fu ribattezzata “Route Napoléon” nel 1932.



Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium