/ Ambiente

Ambiente | 16 gennaio 2024, 19:00

Costa Azzurra: alla scoperta del territorio. In bicicletta sui sentieri di Chateauneuf de Grasse (Foto)

Montecarlonews propone luoghi, itinerari, passeggiate alla scoperta del Dipartimento delle Alpi Marittime. Le foto sono di Danilo Radaelli

Chateauneuf de Grasse, fotografie di Danilo Radaelli

Chateauneuf de Grasse, fotografie di Danilo Radaelli

Nuovo giro in bicicletta per Danilo Radaelli che questa volta ci accompagna, pedalata dopo pedalata, a Chateauneuf de Grasse da dove si può ammirare una parte della Costa Azzurra, da Cap d’Antibes a Theoule  sur Mer e all’Esterel.

Châteauneuf-Grasse

Situato a 417 m di altitudine, Châteauneuf è una località fedele alla tradizione dell'agricoltura e dell'orticoltura. Ha in ogni caso sviluppato anche altre attività economiche, sia nel campo dell’artigianato (ceramica e sculture) che in quello commerciale. Vanta un ricco passato che risale alla preistoria.
Storia di Chateauneuf

I primi resti trovati sul territorio della località datano a circa il 2500 AC: con l'arrivo dei Romani, Chateauneuf fruisce di una rapida notorietà. La presenza di una sorgente di acqua attira molte persone che edificarono una chiesa e un battistero intorno al 5 ° secolo.

Per quanto riguarda il resto della Francia, la regione ha un lungo periodo travagliato da diverse invasioni al 11 ° secolo.
Con il sistema feudale che è stato messo in atto, il sito recuperò importanza e venne costruita un’imponente basilica al posto del vecchio edificio.

La fonte attraeva sempre fedeli e la basilica divenne sempre più luogo di pellegrinaggi.

Verso la metà del 12° secolo, per far fronte ai pericoli, il castello venne spostato in un luogo più difendibile e venne definito “nuovo castello”.
Un secolo dopo si assistette alla divisione da Opio e la Chiesa con la sorgente fu annessa al territorio di Chateauneuf.

Nel 17 ° secolo, la popolazione era di 2.400 persone accolte in 301 case: il vino, l'olio, il frumento e fichi erano le principali colture ed erano attivi gli scambi commerciali con i porti di Genova, Antibes e Cannes. La Chiesa di Nostra Signora di Brusc che aveva sofferto terribilmente durante le guerre di religione venne ricostruita e divenne luogo di preghiera soprattutto per propiziare la pioggia.


Beppe Tassone

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium