/ Altre notizie

Altre notizie | lunedì 03 dicembre 2018, 07:00

Nizza: nuove regole per gli artisti di strada

Una sessantina di posti, orari precisi, controllo dell’impatto acustico, divieto di vendita. I pittori saranno libero di sistemare il cavalletto dove troveranno l’ispirazione

Artista di strada sul Quai des Etats Unis

Artista di strada sul Quai des Etats Unis

Un po’ di chiarezza sull’attività degli artisti di strada, a Nizza.

Dopo le polemiche della scorsa estate, con multe comminate, proteste da parte degli artisti, discussioni a livello politico, il Consiglio Municipale di Nizza è intervenuto per dettare le regole ed anche per cercare di mettere un poco d’ordine in una situazione che, nei mese ad alta frequenza turistica, ha rischiato anche di sfuggire di mano.

Saranno una sessantina i luoghi nei quali gli artisti di strada potranno esprimere liberamente la propria arte e le proprie doti. Sarà una commissione a vagliare le domande e ad assegnare, anche a rotazione, i luoghi individuati, tutti in aree centrali della città a forte frequentazione.

Il perimetro individuato comprende infatti il centro cittadino, con la Promenade des Anglais, il porto e la Promenade du Paillon.

Innanzi tutto gli orari: dalle 13 alle 22 dal 1° giugno al 30 settembre e fino alle 20 negli altri mesi dell’anno. Limitati i decibel delle emissioni sonore, in cambio i residenti non potranno più chiedere agli artisti di cercarsi un altro luogo e di andare via da quello loro assegnato.

Nessuna musica amplificata potrà peraltro essere emessa nelle seguenti piazze: Magenta, Garibaldi, Rossetti, du Palais, Charles-Félix, Saint-François. Inoltre luoghi assolutamente vietati saranno le Arènes de Cimiez e la colline du Château.

Altra disposizione riguarda la raccolta di denaro che normalmente avviene posando a terra un cappello o altro contenitore, sarà l’unico metodo ammesso, con esplicito divieto a richiedere soldi o a effettuare delle vendite.

Libertà assoluta per i pittori che potranno posizionare il proprio cavalletto dove trovano l’ispirazione artistica.

Gli artisti interessati dovranno registrarsi sul sito ufficiale della città di Nizza e concorreranno all’assegnazione dei posti disponibili.

Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore