/ Ambiente

Che tempo fa

Cerca nel web

Ambiente | 05 maggio 2019, 18:00

Una vera strage di palme

Una commissione parlamentare si occuperà dello charançon rouge e dei suoi disastrosi effetti sulla Costa

Intervento su una palma colpiuta da charançon rouge

Intervento su una palma colpiuta da charançon rouge

Quante sono le palme che, dal 2006 ad oggi, sono state abbattute dopo essere state colpite dal “punteruolo rosso”? Quali misure adottare? Come combattere un’epidemia che, mese dopo mese, mette a repentaglio il patrimonio dei comuni della Costa Mediterranea della Francia e, soprattutto, quelli della Costa Azzurra e della vicina Riviera Ligure?

Dopo che la questione è stata esaminata, a Parigi, dalla Commissione “Développement durable” dell’Assemblée Nationale, dovrebbe essere formata una commissione ad hoc per cercare di dare delle risposte e soprattutto coordinare gli sforzi che in tanti stanno compiendo per combattere il charançon rouge du palmier che attacca le palme e che costringe ad abbatterle.

Un provvedimento governativo rende obbligatoria la verifica e gli interventi drastici e gli abbattimenti sono ormai all’ordine del giorno. Si calcola che a partire dal 2006 dai 100 mila ai 150 mila palmizi siano stati abbattuti con un  costo notevole.

Al momento ad essere colpito dal punteruolo rosso sono   le palme “Phoenix”, ma si teme che presto anche quelle whashingtonia, che appaiono maggiormente resistenti, possano essere a rischio.

Il “charançon rouge” si riproduce con grande velocità: ogni deposizione genera tra le 300 e le 400 uova, un vero flagello.    

Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium