/ Nizza

Nizza | 02 agosto 2019, 19:00

Ma che caldo che fa!

Temperature molto alte, nelle cucine anche oltre i 40°, tassi di umidità “tropicali” e il fuggi fuggi da parte della clientela: la Halle della Gare du Sud si è trasformata in una serra

Halle della Gare du Sud, Nizza

Halle della Gare du Sud, Nizza

L’inaugurazione della Halle della Gare du Sud nel quartiere Liberation a Nizza è avvenuta in pompa magna a metà maggio.

Una marea di persone ad affollare i tanti locali ospitati in quella che un tempo era una stazione ferroviaria, un’area di oltre 1500 metri quadrari in grado di soddisfare tutti i palati.

Tanti ristoranti, bar, luoghi ove trascorrere un momento di tranquillità in mezzo alla musica.

Tutto sembrava filare liscio fino a quando la calura estiva non ci ha messo lo zampino e la Halle della Gare du Sud pare essersi trasformata in una serra.

Temperature molto alte, nelle cucine anche oltre i 40°, tassi di umidità “tropicali” e il fuggi fuggi da parte della clientela.

I gestori dei locali parlano di un calo del 40%: un’estate insomma che più che attirare le persone, ha creato problemi e non ha assicurato i ricavi sperati.

Ora si cercar di correre ai ripari con l’installazione, questa settimana, di otto apparecchiature condizionatrici mobili che dovrebbero mitigare la calura del mese di agosto.

Con una preoccupazione da parte degli operatori: cosa accadrà in inverno? Il riscaldamento sarà sufficiente o la serra si trasformerà in frigorifero?

Sicuramente una soluzione verrà escogitata, compatibile anche col fatto che la struttura è classificata e quindi non può essere oggetto di particolari interventi strutturali.

Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium