/ Altre notizie

Altre notizie | 09 ottobre 2019, 07:00

Giro di vite sugli affitti stagionali

Mentre le assemblee condominiali adottano provvedimenti di divieto, il municipio ha allo studio una serie di misure, tra le quali la distruzione delle buche destinate a contenere le chiavi dell’appartamento.

Scorcio di Nizza

Scorcio di Nizza

Nuovo giro di vite contro gli alloggi affittati in forma turistica, spesso per una settimana, utilizzando per lo più piattaforme di internet.

Mentre sono ormai decine le assemblee condominiali che hanno adottato deliberazioni che vietano l’affitto “Airbnb”, nel prossimo Consiglio Municipale di Nizza dovrebbero essere approvati provvedimenti che tendono ad indurire la situazione.

E’ allo studio una misura che vieterà (autorizzandone anche la distruzione) i sistemi installati nelle parti comuni degli immobili dalle società che gestiscono gli alloggi in affitto per consegnare la chiave di casa senza l’intervento diretto di chi affitta.

Si tratta di piccole buche che si aprono attraverso codici o sistemi legati allo smartphone al cui interno si trovano le chiavi dell’alloggio.

Il Consiglio Municipale dovrebbe intervenire con una misura molto drastica, attualmente allo studio degli uffici legali del municipio.

Verrà inoltre esteso l’obbligo, fin dal primo alloggio affittato (ora la norma è in vigore a partire dal secondo) sulla base della quale per le locazioni che avvengono tramite le piattaforme Airbnb diviene obbligatorio trasformare un altro locale, con destinazione commerciale o ad uffici, in appartamento, così da mantenere stabile il numero degli alloggi che vengono affittati con finalità abitativa.

Ultimo provvedimento sarà il rafforzamento del numero degli agenti della Polizia Municipale che hanno quale missione la verifica della correttezza degli affitti turistici, sotto il profilo sia formale, sia fiscale.

Lo scopo, ha commentato Christian Estrosi è che Nizza non si trasformi in una sorta di villaggio vacanze che non tiene conto della vita e delle esigenze dei nizzardi.



Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium