/ Sport

Sport | 18 giugno 2020, 15:20

Giulia Viacava: la campionessa 'monegasca' che ha scelto Imperia per il nuoto e perché: "Voglio contare per Monaco e l'Italia"

Ha solo 14 anni ed è il nuovo "acquisto" della Rari Nantes. Residente nel Principato di Monaco adesso si allenerà con la società giallorossa. Tra le sue passioni anche il pianoforte e la musica di Adele e Lewis Capaldi

Giulia Viacava: la campionessa 'monegasca' che ha scelto Imperia per il nuoto e perché: "Voglio contare per Monaco e l'Italia"

“Imperia è una bellissima città, speriamo mi porti fortuna”. Lo dice fiera Giulia Viacava, giovane campionessa di nuoto residente nel Principato di Monaco che adesso, però potrà gareggiare anche in Italia essendosi legata alla Rari Nantes Imperia. “Io mi sento italiana e voglio contare per l’Italia. Questa scelta oltre ad essere dettata da ragioni emotive è anche collegata al fatto- ci spiega- che sicuramente potrò crescere sportivamente”. Giulia farà la spola tra il principato di Monaco e Imperia per gli allenamenti e si appresta quindi ad essere una vera e propria “campionessa frontaliera”. Ha solo 14 anni ed è praticamente “nata” in acqua. Nuota, ci racconta “da quando ho sei mesi perché mia madre mi portava ai corsi per i bebè” e dalla vasca, anche se ha praticato diversi sport come la danza, la ginnastica acrobatica, la pallavolo e la vela, non è mai riuscita a staccarsi.

“Quando ero più piccola praticavo il nuoto solo per imparare a nuotare, ma mi è piaciuto tanto. Mi ha sempre dato qualcosa in più rispetto agli altri sport. Ho fatto anche nuoto sincronizzato e in seconda elementare ho capito che questo era il mio sport”. Nata e cresciuta a nel Principato di Monaco il legame con il nostro Paese non si è mai interrotto. Papà Paolo è nato a Genova, dove Giulia si è anche allenata in passato, mentre mamma Teresa è cresciuta a Ventimiglia. Il rapporto professionale con l’allenatore della Rari Nantes, Davide Dreossi, è stato fondamentale per questa sua scelta. “Mi sono trovata sempre bene- afferma- e lui ha creduto e crede in me quindi ciò mi ha portato a scegliere Imperia”.

Nonostante sia giovanissima Giulia Lacava ha ottenuto importanti risultati. Prima come stile faceva solo dorso, ma poi anche delfino e stile libero e i “misti”. Medaglia di bronzo ai campionati nazionali francesi nei 100 metri dorso a Tarbes  nel 2019; sempre a Tarbes ha ottenuto il quinto posto nei 200 dorso, medaglia d’argento alla staffetta 4x100 stile. Terza anche nei 100 stile e ai 200 stile.  In Francia comunque è sempre stata nella top ten e quando gareggiava in Italia ha ottenuto anche dei titoli regionali. Nelle sue parole c’è la freschezza della gioventù e anche tanta umiltà che fanno di lei non solo una campionessa per via dei titoli, ma anche per doti d’animo. “All’inizio non ero molto brava, ci racconta, ma mi sono impegnata e ho capito che volevo fare questo nella vita. I miei allenatori  hanno poi iniziato a seguirmi di più perché mi dicevano che stavo diventando brava ed è così che ho capito che volevo andare avanti”.

I suoi “tempi” non sono niente male e si apprestano sempre di più ad essere migliorati: 50 stile 28.10, 100 stile 1.00.57, 200 stile 2:12.23, 50 delfino 30.19, 100 delfino 1:07.40, 200 delfino 2:29.42, 200 misti 2:27.87, 400 misti 2:15.66, 50 dorso 31.59, 100 dorso 1:08.11, 200 dorso 2:28.62, 50 rana 41.50, 100 rana 1:21.62, 200 rana 2:55.33. Giulia ha un obiettivo molto chiaro per il suo prossimo futuro: “Fare i tempi per accedere gli italiani assoluti”. Confrontarsi quindi con atleti più grandi, questa la sua aspirazione.

A 14 anni mentre tutte le sue coetanee dividono gli impegni tra scuola e amici, Giulia si allena come una vera professionista. "Ho la fortuna che il Principato di Monaco aiuta molto gli sportivi, sia alle medie che alle superiori- ci spiega- se hai l’opzione relativa allo sport, fai meno ore e quindi riesco ad incastrare tutto”. Alle quattro di pomeriggio termina le lezioni e poi subito in vasca. Si allena sei giorni alla settimana, una volta al giorno, e capita anche due volte al giorno se deve preparare competizioni che lo richiedono.

Ma il nuoto non è solo la sua unica passione. Giulia suona da quando ha 5 anni il pianoforte e frequenta il conservatorio. Non solo musica classica le piace anche suonare e cantare Adel e i brani di Lewis Capaldi. Tra la musica e il nuoto “non posso scegliere. Il nuoto è lo sport della mia vita, ma anche la musica è importante. Quando ho bisogno di sfogarmi o suono o nuoto”.  'Da grande', però ha intenzione di proseguire la carriera da nuotatrice, ma la musica ci sarà sempre”. Anche per i suoi studi futuri comunque le idee ce le ha molto chiare. Le piacciono la scienza, la chimica, la matematica e anche la natura: “sì vorrei fare anche la scienziata”, la voglia di emergere non le manca così come la stoffa. Scuola, nuoto e musica: questi sono le sue passioni e tutto il resto non conta. Neanche il “fidanzatino” e nonostante la timidezza nel rispondere alla domanda, dice sicura “sto bene da sola, ora non mi interessa”.

Imperia ha quindi una nuova atleta grintosa e determinata. La Rari Nantes è soddisfatta per questo nuovo “acquisto” come ci spiega Franco Brioglio, responsabile di tutto il settore nuoto della società, “noi siamo lusingati  che abbia scelto Imperia perché ha continuato a credere in questo rapporto che le permetterà di crescere professionalmente e noi, ha concluso, quindi siamo contenti di percorrere questa strada insieme”.

Angela Panzera

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium