/ Mentone

Che tempo fa

Cerca nel web

Mentone | 18 luglio 2020, 07:00

Costa Azzurra: saldi in saldo?

I saldi sono partiti in sordina, tra obbligo di indossare le mascherine, gel a fiumi distribuiti e difficoltà ad accedere ai camerini, mentre la Francia rientra nell’incubo del Covid 19 con i contagi in crescita e l’obbligo di portare la mascherina nei luoghi chiusi nuovamente obbligatorio

Saldi nella pietonne di Nizza

Saldi nella pietonne di Nizza

Sono molti, tra i commercianti, a chiedersi se i saldi appena in iniziati in Costa Azzurra e nel Dipartimento delle Alpi Marittime non siano essi stessi “ in saldo”.
Un recente sondaggio condotto in Francia rivela che solo il 44% dei francesi prevede di effettuare acquisti nel corso dei saldi estivi e che , fra questi il  33% afferma che spenderà meno del solito.

Comunque sia, anche in mezzo a qualche mugugno e qualche polemica, sono iniziati i saldi estivi che si concluderanno il prossimo 11 agosto.

I grandi magazzini volevano che fossero ancor più anticipati, i piccoli negozianti, già fortemente penalizzati dalla chiusura forzata di questa primavera, chiedevano che fossero spostati all’originale data di fine agosto.

Alla fine il governo ha deciso per una soluzione mediana, ma non è che la corsa ai saldi sia partita.

O almeno si sta svolgendo in sordina, tra obbligo di indossare le mascherine, gel a fiumi distribuiti all’ingresso dei negozi e difficoltà ad accedere ai camerini per provare i vestiti, mentre la Francia rientra nell’incubo del Covid 19 con i contagi in crescita e l’obbligo di portare la mascherina nei luoghi chiusi nuovamente obbligatorio .

La paura del Covid, in una Francia che ha scoperto che l’epidemia ha ripreso forza e che il tasso d’infezione ha superato la barriera dell’1%, sta tenendo lontani i grandi numeri.

Poi la crisi economica, la strana estate che si sta vivendo, le incertezze sul futuro e la diminuzione del numero dei turisti, la pressoché assenza di quelli più “spendaccioni” provenienti da Nazioni extra comunitarie (Usa e Russia in testa) sta facendo il resto.

Così i saldi son partiti e sicuramente qualche effetto positivo lo assicureranno, ma non si ripeterà lo stereotipo degli scorsi anni con le lunghe  file davanti ai negozi in  attesa di poter entrare.
Così è, in questo anno bisestile…



Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium