/ Politica

Politica | 18 settembre 2020, 09:35

Giulio Alaimo è il nuovo Ambasciatore Italiano nel Principato di Monaco

Romano, classe 1961. Una lunga carriera diplomatica alle spalle.

Giulio Alaimo è il nuovo Ambasciatore Italiano nel Principato di Monaco

Ha presentato le lettere credenziali il 16 settembre il nuovo Ambasciatore Italiano a Monaco Giulio Alaimo a SAS il Principe Alberto II, secondo il disciplinare della cerimonia di Stato a Palazzo. Ha fatto seguito un colloquio privato fra il Sovrano e l’Ambasciatore, nel corso del quale sono stati evidenziati gli eccellenti rapporti di collaborazione esistenti fra i due Paesi e le prospettive di ulteriore consolidamento.

Alaimo è nato a Roma il 1° settembre 1961. Laureato in Scienze politiche all’Università Sapienza, entra in carriera diplomatica nel 1991. Inizia il suo percorso professionale alla Direzione Generale Affari Economici, dalla quale passa poi in distacco alla presidenza del Consiglio dei Ministri. Svolge il suo primo incarico all’estero all’Ambasciata d’Italia a Islamabad, in Pakistan (1994-1998), successivamente è Console Generale a La Plata, in Argentina (1998-2002).

Rientrato a Roma, presta servizio alla Direzione Generale del Personale e in un secondo momento alla Direzione Generale per gli Italiani all’estero e le politiche migratorie. È quindi nominato Capo Ufficio per l’Emigrazione e gli affari sociali nelle Ambasciate di Ottawa (2005-2009) e di Parigi (2009-2013). Torna al Ministero alla Direzione Generale per la Promozione del sistema Paese; in seguito gli è affidato l’incarico di Commissario Generale Vicario del Governo Italiano per Expo Milano 2015. Concluso l’evento, nel 2016 è nominato Console Generale di prima classe a Zurigo. Nel 2013 è stato nominato Cavaliere Ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica italiana.

rg

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium