/ Altre notizie

Altre notizie | 12 ottobre 2020, 07:00

La linea ferroviaria Cuneo – Nizza torna ad essere strategica, ma occorre dare tutti una mano sostenendo anche la sua candidatura tra i “Luoghi del cuore” (Video)

La prossima settimana tornerà ad essere percorribile tra Nizza e Saint Dalmas de Tende, già è parzialmente riattivata tra Cuneo e Tende. Il link per votarla sul sito del FAI

La Cuneo - Nizza a Breil sur Roya (foto tratte dalle reti sociali)

La Cuneo - Nizza a Breil sur Roya (foto tratte dalle reti sociali)

Buone notizie sul fronte ferroviario della Valle Roya: lunedì 19 ottobre (ma s’ipotizza anche domenica 18 ottobre), i treni potranno raggiungere Saint Dalmas de Tende, collegandolo con Breil e Nizza.

Un importante passo per il recupero dell’attività della linea ferrata che, per parecchio tempo, costituirà il mezzo principale di trasporto in Valle Roya che, al momento, registra ancora delle località isolate.

Ci vorranno ancora ulteriori giornate di lavoro per far giungere i treni a Tende a causa di un tunnel che deve essere ripristinato, mentre alcuni carrelli hanno collegato la stessa Tende con Limone Piemonte e il versante italiano.

La Cuneo – Nizza, linea ferroviaria messa da parte in questi ultimi anni dal sistema ferroviario, ma non dalle persone che la stanno votando nel concorso italiano dei luoghi del cuore e che è saldamente al secondo posto in classifica generale a duemila voti soltanto dal vertice, tornerà dunque ad essere strategica e ad assumersi il ruolo di elemento essenziale nei trasporti, anche internazionali, tra il Sud del Piemonte, la valle Roya e la Costa Azzurra oltre che la Riviera ligure di Ponente.

Se i carrelli stanno assicurando trasporti tra Limone Piemonte e Tende, occorrono anche misure aggiuntive di sicurezza per dare il via libera ai vagoni ferroviari ed alle persone. L’inverno incombe e il ripristino della linea diviene fondamentale per tentare di evitare il definitivo spopolamento della splendida vallata che costituisce un enclave francese fra Piemonte e Liguria.

Un’ulteriore spinta alla piena valorizzazione della tratta potrebbe sicuramente venire da un aumento dei consensi collettivi nei confronti della Cuneo – Nizza impegnata nel concorso dei “Luoghi del cuore” promosso dal FAI: si può votare fino al 15 dicembre.

Montecarlonews è impegnato nel promuovere la candidatura della linea ferroviaria Cuneo – Nizza, sarebbe un risultato importante per il territorio che va sotto il nome di “Alpi del mare”, che comprende il nizzardo, il cuneese e l’ovest della Liguria.

Un territorio nel quale si parla un dialetto comune e che da sempre ha registrato un costante travaso di persone.

Per votare la Cuneo – Nizza è sufficiente cliccare qui.

Questa la presentazione della ferrovia pubblicata sul sito del FAI.
“Esiste un luogo che ne racchiude in sé molti altri, una straordinaria opera dell’ingegno umano che sfida i limiti fisici per creare un ardito collegamento tra territori e tra nazioni.

E’ la Ferrovia Cuneo – Ventimiglia – Nizza, pensata e realizzata quasi due secoli fa, che con il suo audace tracciato unisce l’Italia alla Francia, il Piemonte alla Liguria i monti al mare, la pianura alla costa… un filo conduttore che corre parallelo alla storia del nostro Paese e abbraccia la sua geografia.

Sulle sue rotaie si intraprende un viaggio che è scoperta del territorio e del suo paesaggio. Oltre 100 chilometri di emozioni durante i quali scorrono dal finestrino la pianura piemontese, le coste della Liguria di ponente e della Costa Azzurra francese, i parchi naturali delle Alpi Marittime e del Mercantour.

Una testimonianza del genio e dell’intraprendenza dell’uomo: in meno di cinquanta chilometri in linea d'aria supera un dislivello di mille metri, in un territorio affascinante ma straordinariamente impervio. Nonostante la sua spettacolarità e l’utilità per tutte le persone che ne usufruiscono, dagli anni ’80 la linea ferroviaria non è mai stata sufficientemente valorizzata e sostenuta.

Malgrado i considerevoli investimenti per la sua messa in sicurezza è poi mancata una vera e propria politica di rilancio che ha portato ad un inevitabile declino con una drastica riduzione delle corse (attualmente 2 al giorno) e un’incombente minaccia di chiusura, acuita dalla doppia gestione italiana/francese.

Eppure questa è la “Ferrovia delle Meraviglie”, inserita nel 2016 dalla rivista tedesca Hörzu tra le dieci linee ferroviarie più belle del mondo. Ma oggi rischiamo di perderne il profondo valore.

Per questo il tuo voto è importante, perché unito a quello di tante altre persone può fare la differenza e aiutarci a salvare la Ferrovia. Vorremmo che questo censimento fosse l’occasione per scoprire e riscoprire un luogo unico del nostro Paese.

Sono molteplici gli aspetti della ferrovia che possono coinvolgere e appassionare ognuno di noi, temi che toccano gli interessi e le propensioni più svariate. Li approfondiremo e ve li proporremo se vorrete tornare ad aprire questa scheda nei prossimi giorni. Intanto, diffondete la voce e votate!”.




Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium