/ Ambiente

Ambiente | 04 novembre 2020, 18:00

Costa Azzurra: alla scoperta del territorio. Il sentiero di Cagnes sur Mer

Montecarlonews propone luoghi, itinerari, passeggiate alla scoperta del Dipartimento delle Alpi Marittime. Le foto sono di Danilo Radaelli

Il sentiero di Cagnes sur Mer, foto di Danilo Radaelli

Il sentiero di Cagnes sur Mer, foto di Danilo Radaelli

Quest’oggi Danilo Radaelli ci conduce alla scoperta di un affascinante sentiero che si sviluppa a Cagnes sur Mer dove la Cagne (il corso d’acqua che attraversa la cittadina) entra nel villaggio.

Tanto verde, tanta natura e qualche traccia dei danni causati dal maltempo.

Qualche notizia su Cagnes con l’aiuto del web.
In questa cittadina di mare il grande Renoir decise di trascorrere i suoi ultimi 12 anni di vita. La città è divisa in tre zone, Haut de Cagne, il cuore medievale in collina, la città alta con le sue stradine pittoresche e i meravigliosi paesaggi, Cagnes Ville, il quartiere nuovo, moderno, circondato da centri commerciali e palazzoni residenziali e Le Cros de Cagne, il vecchio porto di pescatori vicino alla spiaggia.

Da vedere Château Grimaldi, una fortezza che risale al 1309. Musée Renoir: una splendida raccolta di dipinti, immagini e oggetti del grande pittore in quella che fu la sua residenza, dove c’è ancora la rete per proteggersi dalle pallonate dei figli che giocavano in giardino.

A metà strada tra Nizza e Antibes, si trova Cagnes sur Mer, affascinante località di villeggiatura francese divenuta, soprattutto negli ultimi anni, invidiabilmente godibile tutto l’anno. E’ divisa in Cagne Ville, dinamica e piena di negozi, Haut de Cagne, agglomerato di origine medievale e Cros de Cagne, pittoresco villaggio di pescatori. Dopo i recenti lavori di riqualificazione, la cittadina si candida con tutti i requisiti a meta di vacanze all’insegna del bel mare, nel quale è possibile tuffarsi praticamente dodici mesi all’anno grazie ad un clima favorevole, ma anche della cultura e del divertimento.

Una destinazione tra quelle della Costa Azzurra, quindi, adatta a tutti. Per chi ama la storia si consiglia come prima tappa lo Chateau-Musée Grimaldi, perla dell’originario villaggio medievale, edificato intorno al 1300 e dal 1948 dichiarato Monumento storico.

Al suo interno sono ospitati il Museo dell’Ulivo e la Donation Solidor, una mostra permanente di autoritratti della cantante Susy Solidor. Si prosegue con il Museo Renoir in Chemin de Collettes. Sia per Chateau Grimaldi che per il Museo Renoir il consiglio è di lasciare la macchina in uno dei tanti parcheggi cittadini e servirsi delle frequenti navette.





Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium