/ Business

Business | 13 agosto 2021, 09:00

A Sanremo l'alta gioielleria abbraccia nuovamente la pittura

Davide Currado interpreta Salvador Dalì con uno splendido omaggio all'artista catalano

A Sanremo l'alta gioielleria abbraccia nuovamente la pittura

Un omaggio a Salvador Dalì, realizzando un gioiello che rappresenta il famoso dipinto “Orologio molle al momento della prima esplosione”: è questo l’omaggio del gioielliere di Valenza Davide Currado per l’artista catalano.

Ci sono voluti sei mesi di lavoro in un lasso di tempo che ha impegnato i maestri orafi, designer e incastonatori di pietre preziose della Davide Currado Srl che ha sede in quel di Valenza e due boutiques monomarca a Sanremo e Courmayeur. Necessarie alla realizzazione dell’opera ben 974 gemme preziose, selezionale una ad una tra migliaia di carati per determinare le giuste sfumature di colore ed incastonate su di un lingotto di oro  di circa 5 centimetri. Dietro a questa creazione, oltre alla maniacale selezione dei materiali utilizzati, si cela un diligente studio dell’opera.

Una particolare difficoltà che ha caratterizzato l’esecuzione è stata la riproduzione fedele dell’esplosione dell’orologio con tutti i suoi dettagli,la cornice dell’orologio che si frantuma, i frammenti che galleggiano inspiegabilmente sopra di esso, i numeri e le lancette che abbandonano la loro sede originaria ma continuano a proiettare la loro ombra.

Per garantire il miglior risultato assoluto e la giusta fedeltà all’opera, la Davide Currado Srl, ha reso necessario un lavoro straordinario non solo per la parte dell'incastonatura delle gemme ma sopratutto per la produzione e l'assemblaggio di tutte le componenti di oreficeria che sono più di cento e di dimensioni e spessori così ridotti da richiedere una vera e propria opera di ingegneria.

Ma perchè cimentarsi nella creazione di opere che presentano tali difficoltà? Hanno un reale mercato prodotti del genere? La risposta di Davide Currado è semplice: Non ho la minima idea di quale riscontro commerciale potrebbero dare questi prodotti, non mi interessa saperlo, li faccio per me – ha sottolineato Davide Currado – ma prima di tutto per capire fino a dove possono spingersi le capacità mie e dei ragazzi con cui lavoro.

Da sempre mi pongo l'obiettivo di portarli a lavorare con tecniche sempre più raffinate – evidenza Davide Currado - ed ora sono loro, sopratutto i più giovani,che seguono la mia passione e lavorano con grande impegno per poter raggiungere il più alto livello di artigianato orafo del mercato e questo penso ne sia un reale esempio”.

L'opera sarà esposta nella vetrina della boutique di Sanremo fino al 5 settembre, non sarà mai messa in vendita e sarà parte della collezione privata di Davide Currado che comprende già creazioni orafe ispirate ad illustri pittori del passato come Piet MondrianPablo Picasso ed Edvard Munch.

Informazione Pubblicitaria

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium