/ Ambiente

Ambiente | 10 aprile 2022, 19:00

Attenzione ai pollini! Il bollettino settimanale delle allergie

Le concentrazioni di pollini delle graminacee sono destinati ad aumentare gradualmente e influenzare sempre più dipartimenti entro l'inizio di maggio

Giardini di Cimiez a Nizza

Giardini di Cimiez a Nizza

Qual é il rischio che corre questa settimana chi soffre di allergie?  Il bollettino emesso dal Réseau National de Surveillance Aérobiologique (R.N.S.A.) che si basa sui siti di rilevazione, sulle segnalazioni dei medici sentinella e sulle previsioni meteo fornisce un’indispensabile informazione.

 

Questo il testo del bollettino settimanale

Il grande vincitore di questo primo round sarà il partito dei pollini!

In questi periodi elettorali, un altro argomento dovrebbe occupare i dibattiti: è quello relativo alle allergie ai pollini. Dopo una settimana disturbata dal freddo e dalla pioggia, il ritorno del bel tempo favorirà la presenza dei pollini e in particolare di quelli delle betulle. Per quanto riguarda questi pollini è prevedibile un elevato rischio di allergia in gran parte della metà settentrionale del Paese.

I pollini del platano sono presenti anche in tutto il Paese, con un rischio di allergia che varia da basso a medio a seconda del dipartimento.

 

Chi è allergico al polline di frassino (famiglia delle Oleacee) potrà respirare molto presto dopo una stagione abbastanza intensa. Questi pollini sono ancora presenti, causando un rischio di allergia da basso a medio, ma le concentrazioni stanno diminuendo.

Il polline di graminacee è ancora presente in piccole quantità, soprattutto nella parte occidentale del Paese e potrebbe infastidire le persone più sensibili. Le concentrazioni di questi pollini aumenteranno gradualmente e influenzeranno sempre più dipartimenti entro l'inizio di maggio.

Ecco alcuni consigli pratici per proteggersi dal polline forniti dal sito internet del Réseau national de Surveillance Aérobiologique: lavare i capelli la sera, ventilare almeno 10 minuti al giorno prima dell'alba e dopo il tramonto, evitare di asciugare i vestiti all'esterno, tenere chiusi i finestrini delle auto.

Questa la sintesi del bollettino settimanale emesso dal Réseau national de surveillance aérobiologique per le Alpes-Maritimes:

  • Platano, rischio moderato
  • Cipresso, rischio basso
  • Parietaria officinalis (muraiola o erba vetriola), rischio basso
  • Frassino: rischio basso
  • Ontano, rischio basso
  • Pioppo, rischio basso
  • Quercia, rischio basso
  • Graminacee, rischio basso

Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium