/ Business

Business | 14 giugno 2022, 07:00

Cosa fare quando si prende l’antibiotico?

Gli antibiotici sono dei medicinali studiati appositamente per curare e prevenire le infezioni provocate dai batteri

Cosa fare quando si prende l’antibiotico?

Gli antibiotici sono dei medicinali studiati appositamente per curare e prevenire le infezioni provocate dai batteri: significa che sono stati realizzati per uccidere i batteri e impedirne la rinascita. Ecco perché non dovrebbero mai essere sottovalutati o presi per qualsiasi doloretto. Gli antibiotici servono solo nei casi più gravi e vanno assunti con alcune avvertenze. Nei prossimi paragrafi vedremo a quali aspetti prestare attenzione quando li si assume.

Attenzione alla dieta

La prima regola, se si devono prendere degli antibiotici, è quella di seguire alla lettera le indicazioni fornite dal medico curante. Ad esempio, può essere necessario seguire una dieta che consenta di evitare o di ridurre i disturbi digestivi, ma anche reflusso, nausea, dissenteria e debolezza. Prendiamo un caso specifico: il dentista prescrive a un suo paziente un antibiotico per i denti, come l’Augmentin (sul cui utilizzo Dentalpharma scende abbastanza in profondità): oltre a fornirgli la ricetta, dovrà dirgli quando prenderlo e quali cibi dovrà evitare assolutamente. Solo così il paziente potrà prevenire eventuali disturbi gastrointestinali e contrastare la debolezza fisica. Ogni volta che si prende un antibiotico, lo stomaco e l’intestino ne risentono e la flora batterica subisce uno stress importante.

Assumere proteine e calcio

Prima di assumere un antibiotico dobbiamo sapere che la sua azione è molto aggressiva e potrebbe andare a interessare i batteri “buoni” della flora intestinale. Ricordiamo che la flora intestinale è la stella polare del benessere del nostro stomaco ed è anche importantissima per il nostro sistema immunitario. Per contrastare lo squilibrio della flora batterica intestinale si devono assumere fermenti lattici vivi seguendo una cura prescritta dal medico. Integrare con i fermenti la propria terapia antibiotica spesso non dà i risultati attesi in quanto gli effetti vengono annullati prima ancora che riescano a entrare in azione. Molti specialisti consigliano di assumere durante la cura antibiotica un alimento come lo yogurt bianco in quanto molto più digeribile del latte. Non solo, lo yogurt riesce anche ad apportare calcio e proteine reintegrando i fermenti lattici.

Allarme glicemia

Se dobbiamo assumere antibiotici uno degli effetti collaterali su cui dovremmo essere adeguatamene preparati è quello della glicemia. Durante l’assunzione di antibiotici infatti è facile soffrire di dissenteria. Questo disturbo potrebbe essere molto fastidioso ma potremo arginarlo senza troppi problemi seguendo una dieta specifica. In questi casi spesso si consiglia di mangiare riso bianco bollito servito con parte di acqua di cottura. In alternativa potremo anche irrorare il riso con succo di limone. Le persone che soffrono di glicemia alta però dovranno fare molta attenzione in quanto il riso bianco è uno degli alimenti che ha un indice glicemico maggiore.

No a caffè e alcol

Chi sta assumendo antibiotici dovrà fare molta attenzione a non ingerire caffè e alcol. Il motivo è che gli antibiotici vanno a sollecitare l’apparato gastrointestinale. Con la giusta alimentazione sarà quindi possibile prevenire episodi dolorosi come ad esempio il reflusso gastrico oppure la dissenteria. Quando si assumono antibiotici solitamente i dentisti consigliano di assumere alimenti molto digeribili ma comunque in grado di dare energia al nostro organismo provato dagli antibiotici. Quando si è sotto antibiotici comunque sarebbe meglio eliminare del tutto dalla dieta alcuni alimenti come caffè, cappuccino, alcolici, cioccolato, fritture, formaggi grassi e salumi. Meglio invece mangiare alimenti ricchi di vitamine e minerali così da evitare improvvisi cali di energia e un senso di astenia diffuso. Si consiglia a questo proposito di farsi prescrivere una cura di integratori di vitamine del gruppo B. Se non vogliamo irritare troppo l’intestino si raccomanda di bere frullati di frutta e molta acqua cercando di evitare per quanto possibile il latte.

Richy Garino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium