/ Business

Business | 02 agosto 2022, 08:00

Francia, le novità di agosto. Crescono gli interessi sui risparmi, iniziano i rimborsi delle tasse non dovute

Alcune delle misure in vigore da ieri interessano anche gli stranieri. Confermati gli sconti sui carburanti e accresciuti i bonus per la rentrée scolastica

Francia, le novità di agosto. Crescono gli interessi sui risparmi, iniziano i rimborsi delle tasse non dovute

Tutti i mesi riservano le loro novità, qualche volta piacevoli, altre volte meno.
Ecco cosa è cambiato, in Francia, dal 1° agosto 2022

Aumentano i tassi di interesse “attivi”
Buona notizia (inflazione a parte) per praticamente tutti i francesi che detengono un Livret A di risparmio. Il tasso d’interesse, già aumentato una volta nel corso del 2022, raggiunge il 2%. Il Livret A è un po’il “battistrada” dei tassi d’interesse attivi applicati dalle banche. Chi detiene dei risparmi in Francia dovrebbe informarsi dalla propria banca su eventuali ritocchi all’insù dei tassi applicati ai propri risparmi e…fare pressioni!

Fine dello stato di emergenza
Sono trascorsi ormai due anni da quando venne proclamato lo stato di emergenza sanitaria che, dal 1° agosto, praticamente finisce. Restano in vigore due sole misure:
Il monitoraggio dell’andamento della pandemia e la possibilità di imporre un test negativo all’ingresso in Francia per quanti giungono da Paesi ove il Covid 19 è particolarmente virulento.

Aumenta l’indennità di rientro a scuola
La rentrée è ormai vicina ed è tempo di acquisti per nuovo anno scolastico. Ritoccata all’insù l’indennità corrisposta alle famiglie
Quest’anno il suo importo è di:

  • 376,98 euro per bambino di età compresa tra 6 e 10 anni;
  • 397,78 per i ragazzini da 11 a 14 anni;
  • 411,56 euro per i ragazzi da 15 a 18 anni.

Prorogato lo sconto sui carburanti
La defiscalizzazione di 15 centesimi al litro per i carburanti, applicata dal 1° aprile, è stata prorogata fino alla fine di agosto.

Imposte e tasse

A partire da agosto chi detiene un credito d’imposta derivante dalla denuncia dei redditi presentata a partire da aprile riceverà il rimborso.
Sempre da inizio agosto è possibile correggere direttamente sulla propria posizione fiscale on line eventuali errori commessi nel presentare la denuncia dei redditi.








Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium