/ Business

Business | 24 aprile 2024, 16:22

Boom della pasta Artusi in Francia

La cattura del temutissimo granchio blu nei mari dell’Adriatico, non solo crea un delizioso ripieno per la pasta fresca ma aiuta anche, nel limite del possibile, a combattere un’invasione, venuta dall’Oriente, che sta distruggendo mitili, vongole e tutto ciò che rappresenta il lavoro e quindi la vita dei pescatori del nordest italiano.

Boom della pasta Artusi in Francia

La cattura del temutissimo granchio blu nei mari dell’Adriatico, non solo crea un delizioso ripieno per la pasta fresca ma aiuta anche, nel limite del possibile, a combattere un’invasione, venuta dall’Oriente, che sta distruggendo mitili, vongole e tutto ciò che rappresenta il lavoro e quindi la vita dei pescatori del nordest italiano. Un crostaceo voracissimo, con delle chele capaci di stritolare qualsiasi cosa, talmente riprodottosi da creare enormi problemi, che il pastificio Artusi, nelle sue possibilità, sta cercando di contrastare proprio catturando questi granchi che hanno una polpa che è una delizia per il palato. 

Strano che l’iniziativa di Artusi a qualcuno non piaccia quando, invece, dovrebbe rappresentare un aiuto non da poco. In ogni caso i ripieni al granchio blu reale piacciono ovunque. Artusi che da quasi un anno produce dei ravioloni con tale ripieno, sta trovando numerosissime simpatie anche all’estero. Il 54% di polpa di granchio e limone di Sorrento Igp costituiscono un ripieno che ha subito suscitato simpatie.

 

Giorgio Naccari

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium