/ Ambiente

Ambiente | 27 agosto 2023, 19:00

Attenzione ai pollini! Il bollettino settimanale delle allergie

La presenza di pollini dell'ambrosia dovrebbe continuare fino a fine settembre: la massima intensità é prevista per i prossimi giorni

Dipartimento delle Alpi dell'Alta Provenza, fotografie di Danilo Radaelli

Dipartimento delle Alpi dell'Alta Provenza, fotografie di Danilo Radaelli

Qual é il rischio che corre questa settimana chi soffre di allergie?  Il bollettino emesso dal Réseau National de Surveillance Aérobiologique (R.N.S.A.) che si basa sui siti di rilevazione, sulle segnalazioni dei medici sentinella e sulle previsioni meteo fornisce un’indispensabile informazione.

Questo il testo del bollettino settimanale
Alla fine di agosto, quando le vacanze finiscono, i pollini d'ambrosia non perdono tempo e preparano già il loro rientro con concentrazioni che saranno forti.

Il rischio di allergie sarà di livello elevato su un'ampia zona che comprende i dipartimenti della Drôme, Ardèche, Isère,  Rhône, Ain, Nièvre, Cher, Indre, Creuse, Allier, Saône, Loire,  Vaucluse, Gard e Dordogne. Il rischio di allergia sarà basso o medio nelle aree limitrofe.

 


Dopo la forte ondata di caldo che ha colpito gran parte del Paese con record di temperature oltre 40 º C in molte città, le piogge temporalesche sono tornate soprattutto lungo la valle del Rodano.
Recheranno un po' di freschezza e soprattutto una tregua alle allergie, costringendo i pollini a terra.

 

 Sfortunatamente, la tregua sarà di breve durata perché non appena il sole tornerà, favorirà nuovamente l'emissione di alte concentrazioni di pollini di ambrosia nell'aria, così come il vento del Sud che dovrebbe soffiare forte nei prossimi giorni e trasportare i pollini di ambrosia più a Nord del paese.

 


Buona fortuna a tutti gli allergici perché la stagione pollinica dell'ambrosia dovrebbe continuare fino a fine settembre con la massima intensità prevista per i prossimi giorni (fine agosto-inizio settembre).

Il rischio di allergia sarà basso per le altre erbacee a fine fioritura un po' ovunque in Francia, cioè graminacee, piantaggini, ortiche (famiglia delle Urticacee) e artemisia. Il cocktail di tutti questi pollini insieme potrà far salire localmente e temporaneamente il rischio di allergia globale al livello medio.

Questa la sintesi del bollettino settimanale emesso dal Réseau national de surveillance aérobiologique per le Alpes-Maritimes:

  • Graminacee, rischio basso
  • Parietaria, rischio basso




Beppe Tassone

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium