/ Altre notizie

Altre notizie | 08 dicembre 2023, 17:00

Nizza, il punto sui lavori di realizzazione dell’Hôtel des Polices (Foto)

La nuova questura diventerà operativa a fine 2025. Un progetto di partenariato senza precedenti in Francia e in Europa che consentirà la complementarità di oltre 2.000 agenti delle forze di sicurezza

Il cantiere del futuro Hôtel des Polices - Dicembre 2023

Il cantiere del futuro Hôtel des Polices - Dicembre 2023

Fra due anni, a dicembre del 2025, il vecchio ospedale Saint Roch di Nizza si trasformerà definitivamente nella sede dei diversi corpi di polizia che operano in città.

Il futuro Hôtel des Polices è attualmente un attivo cantiere che sta rispettando, cosa poi abbastanza usuale in Francia, i tempi di esecuzione.

La demolizione delle parti interne del vecchio ospedale, di cui restano ormai solo due muri perimetrali che saranno conservati “a futura memoria” e che caratterizzeranno quella che a tutti gli effetti sarà la sede centralizzata della police nationale e di quella municipale oltre che di moltissimi servizi, tutti raccolti in un unico luogo.


A lavori ultimati anche i giardini antistanti il fabbricato saranno ridisegnati e serviranno ad implementare il verde in città.
Il cronoprogramma prevede ora, dopo che è praticamente stato abbattuto l’ex ospedale, lavori di consolidamento, poi i lavori strutturali che avranno inizio a metà del 2024 e quelli di sistemazione interna nel 2025.


Quello dell’Hôtel des Polices è uno dei cantieri più importanti di Nizza, al termine, consegnerà alla città l’Hôtel des Polices, la sede di tutti i corpi di polizia, con funzioni di coordinamento e di razionalizzazione dei servizi sicurezza.

Si tratta di un progetto di partenariato senza precedenti in Francia e in Europa che consentirà la complementarità e la cooperazione di oltre 2.000 agenti delle forze di sicurezza.


Sul sito che ha ospitato l'Ospedale Saint Roch (13.000 m² di superficie, nel cuore della città), é ora possibile costruire quasi 50 mila metri quadrati.

Gli attuali 800 agenti della Polizia Municipale ei 1.200 dipendenti della Polizia di Stato, distribuiti principalmente nei commissariati di Auvare e Foch, troveranno nella nuova struttura un luogo di lavoro ideale ed in grado di rispondere con celerità e razionalità alle esigenze di sicurezza della quinta città di Francia.

Sarà il primo centro del genere a sorgere in Francia: il costo complessivo ammonta a 220 milioni di euro dei quali 172 finanziati dallo Stato francese, 28 dalla città di Nizza e 10 milioni dalla Regione Provence-Alpes-Côte d'Azur.


Dei 28 milioni che investirà la città di Nizza, una ventina sono destinati ad un progetto ambizioso ed innovativo, quello della realizzazione di una sala di supervisione che ospiterà polizia nazionale e municipale e che, attraverso moderne tecnologie, terrà sotto controllo il territorio e sarà utilizzato per gestire, dirigere e coordinare operazioni complesse.

Il Centre d’Hypervision Urbain et de Commandement, primo in Francia, sarà distribuito su oltre 2.800 metri quadrati e si svilupperà su due piani.

Nel Centre d’Hypervision Urbain et de Commandement saranno operativi 120 agenti con a disposizione strumenti digitali collegati al Centro nazionale di informazione e comando della polizia (CIC) per facilitare lo scambio di informazioni, in particolare durante la gestione delle crisi.

Sul territorio saranno dislocate 3.900 telecamere e vari sistemi di allerta innovativi (pulsanti e cassette di emergenza, dispositivi sonori, allerta SMS).

















































Beppe Tassone

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium