/ Business

Business | 12 febbraio 2019, 16:30

Il Monaco salverà il suo posto nella Ligue 1?

Questo club, tra i più blasonati di Francia, solo l'anno scorso ha chiuso al secondo posto con 80 punti. Quest'anno, invece, a metà campionato ha solo 18 punti e lotta per restare nella massima serie francese

Il Monaco salverà il suo posto nella Ligue 1?

Il Monaco è probabilmente le squadre di calcio più deludenti della stagione 2018/2019. Questo club, tra i più blasonati di Francia, solo l'anno scorso ha chiuso al secondo posto con 80 punti. Quest'anno, invece, a metà campionato ha solo 18 punti e lotta per restare in Ligue 1, la massima serie francese.

Eppure, grazie al secondo posto dell'anno scorso, il club si è qualificato per la fase a gironi della Champions League, insieme ad Atletico Madrid, Bruges e Borussia Dortmund. Così come in campionato, il Monaco rivela la sua stagione fallimentare anche in Champions, venendo eliminata prematuramente, con un solo punto guadagnato contro il Bruges. La differenza totale delle reti in Champions è stata -12, mentre in campionato ad oggi è di -18.

A guardare solo le statistiche e non il nome della squadra, mai si potrebbe pensare che appartengano al Monaco.

 

Riuscirà a salvarsi il Monaco?

Per capire se il Monaco si salverà, occorre capire innanzitutto quali sono le cause o possibili cause dell'attuale disastro.

La squadra attraversa un periodo complicato per diversi motivi tra cui l'avvenuta vendita di molti giocatori importanti nella scorsa estate. A queste vendite, sebbene siano succeduti degli acquisti, non si sono rivelati azzeccati. Anzi, forse occorre dire che si sono rivelati sbagliati, considerando i risultati. Oppure, semplicemente non sono riusciti a colmare il vuoto lasciato.

E' anche importante evidenziare che quando si vendono troppi giocatori, importanti o meno (anche se in realtà erano anche importanti!) è comunque difficile ristabilire un certo equilibrio in campo. E' come ripartire da zero o quasi. Sebbene la squadra possa contare su nomi come Falcao, Jovetic, Fàbregas, Touré  e Traoré, non è riuscito a colmare molte lacune tra centrocampo e difesa.

A tutto ciò si è aggiunto l'effetto domino psicologico dovuto alle varie sconfitte subite in campionato e in Champions. Ed è proprio l'aspetto psicologico, quello sul quale potrebbe ripartire la squadra, oltre al nuovo allenatore, Leonardo Jardim, tornato in panchina dopo i 3 mesi e mezzo difficili affidati a Thierry Henry.

Uno sguardo alla classifica

Nella Ligue 1 francese le ultime 3 squadre vengono retrocesse in Ligue 2. Attualmente, ad inizio febbraio, il Monaco si trova in penultima posizione a parimerito con Caen e Amiens, tutte a 18 punti. Dietro c'è solo il Guingamp, a quota 14.

Più sopra, troviamo il Digione a 20, il Nantes a 24, il Tolosa a 26, l'Angers a 27 e Bordeaux a 28.

Al momento, tuttavia, al Monaco basterebbe lottare soltanto contro Caen e Amiens (oltre che col Digione) per salvarsi e ricominciare a respirare dall'anno prossimo.

Su 23 partite ne ha vinte solo 4, pareggiate 6 e perse 13. A questo punto, diventano essenziali gli scontri diretti, così come evidenziato anche da Bookies FC in termini di quotazioni.

Quindi, in ottica salvezza, saranno fondamentali gli scontri con il Caen (31 marzo prossimo), l'Amiens (18/5 penultima di campionato) e il Digione (con cui ha già perso il 26 gennaio per 1-0 guori casa).

 A queste si aggiungono le squadre menzionate in precedenza, le uniche con cui il Monaco può attualmente sforzarsi di competere come grande squadra.

Tuttavia, se si pensa che in Coupe de la Ligue il Monaco è stato eliminato in semifinale proprio dal Guingamp, ai rigori, il discorso salvezza diventa molto più difficile.

ip

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium