/ Business

Business | 23 agosto 2019, 08:00

Animazione turistica Star Be Original: una storia di successi che inizia negli anni 50

Il villaggio e l’animazione turistica come le conosci oggi non sono nate da un momento all’altro, ma si è trattato invece di un processo lungo decenni alla ricerca delle risposte alle esigenze dei vacanzieri.

Animazione turistica Star Be Original: una storia di successi che inizia negli anni 50

Il villaggio e l’animazione turistica come le conosci oggi non sono nate da un momento all’altro, ma si è trattato invece di un processo lungo decenni alla ricerca delle risposte alle esigenze dei vacanzieri. Ecco una breve panoramica che spiega come si è arrivati al moderno concetto di animatore turistico con tutti i compiti tipici di questa figura professionale.

Come nasce l’animazione turistica

L’animazione turistica nasce dell’esigenza di intrattenere il turista che arriva al villaggio vacanze. Il concetto odierno di animatore turistico nasce all’inizio degli anni 50 con il turismo di massa. Grazie al boom economico post guerra, tutte le famiglie italiane possono permettersi un’automobile con cui dirigersi verso i più bei posti e luoghi di villeggiatura della penisola italiana. Nascono così le prime località turistiche e, con esse, tutte le strutture ricettive, compresi i primi villaggi vacanze.

L’animatore sportivo per i tornei

Nonostante i villaggi di allora fossero molti diversi da quelli odierni, c’erano spesso dei tornei sportivi e delle attività ricreative, spesso autorganizzate, per stare tutti insieme e divertirsi in vacanza. Con il passare del tempo inizia a esser introdotto nell’organico di questi villaggi turistici degli istruttori sportivi che hanno il compito di organizzare tornei di bocce, calcetto, tennis e così via per tutti gli ospiti. Lezioni di nuoto e altri sport acquatici sono molto apprezzate dai primi turisti e quindi nasce così la figura dell’organizzatore, cioè un primordiale animatore turistico.

Il baby club per le famiglie

Nelle più simili ad oggi strutture ricettive degli anni ’60 arrivano all’interno delle equipe, soprattutto sportive, anche gli animatori pensati per l’intrattenimento dei più piccioli. Da questo momento in poi, il villaggio turistico è in grado di offrire un servizio in più a suoi ospiti: il baby club.

Il villaggio turistico diventa sempre più richiesto dai vacanzieri che sono alla ricerca di un luogo con tutti i servizi a loro dedicati. Il turismo cambia radicalmente con l’arrivo di villaggi turistici sempre più organizzati e strutturati per la ricerca del benessere, del relax e del divertimento del turista e di tutta la sua famiglia.

Il villaggio turistico oggi

Negli anni 70 – 80 il villaggio turistico ha in tutto e per tutto l’aspetto che ha oggi un centro di questo tipo, esclusi i servizi più tecnologici come può essere la rete Wi-Fi gratuito per tutti. È proprio in questo periodo che l’offerta dell’animazione turistica del villaggio viene completata con l’introduzione dell’intrattenimento serale.

Ora gli ospiti del club possono godersi gli spettacoli organizzati dallo staff di animazione, i balli di gruppo, la discoteca… Insomma, l’intrattenimento e i servizi per i turisti sono no stop: dalla mattina fino alla sera. Rispetto a un tempo, gli animatori turistici sono professionisti che vantano una grande preparazione in questo campo per fornire un servizio ineccepibile. Spesso l’animatore turistico fa la differenza tra una vacanza ben riuscita e non, quindi ogni villaggio ricerca le figure professionali migliori. Su starsbeoriginal.com trovi tutte le informazioni per diventare animatore turistico.

ip

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium