/ Altre notizie

Altre notizie | 28 luglio 2020, 07:00

Via libera ad un grande centro espositivo e ad un auditorium nell’Ovest di Nizza

Scelta indispensabile per procedere all’abbattimento dell’Acropolis e prolungare la Promenade du Paillon

Il Mercato di Interesse Nazionale di Nizza

Il Mercato di Interesse Nazionale di Nizza

Un altro passo avanti verso il prolungamento della Promenade du Paillon fino alla Foire de Nice: il Consiglio della Métropole Nice Côte d'Azur ha dato il via libera alla realizzazione, nell’Ovest cittadino, al posto del Mercato di Interesse Nazionale che si trasferirà a La Gaude, di una struttura coperta “di livello europeo”  di 60 mila metri quadrati che comprenderà uno spazio espositivo coperto, un auditorium da 4 mila posti ed un altro da 700 con, tutto intorno, un grande parco.

Così si libererà definitivamente l’Acropolis, ormai “fuori gestione” per la quale sarebbero state necessarie spese enormi per riadattarla e metterla in linea con normative ed esigenze nuove.

Un centro espositivo e di congressi che si radicherà non distante dall’aeroporto e dal nascente polo intermodale che unirà in un’unica struttura tram, treni, bus e aerei, con il porto ad una ventina di minuti attraverso la Ligne 2.
In pieno centro,a Nizza, la Promenade du Paillon potrà dunque estendersi e raggiungere la Foire de Nice.

Cosa riserva questo progetto?
L’Acropolis e il Teatro Nazionale di Nizza si trasformeranno in macerie per creare un ulteriore polmone verde in città, praticamente prolungando, fino alla Fiera, la Promenade du Paillon.

Un progetto di notevole portata in grado di caratterizzare il terzo mandato di Estrosi e di creare uno spazio destinato a formare una “spina dorsale” verde nel cuore della città collegando il mare con il luogo nel quale il Paillon scorre in superficie.

Il Teatro Nazionale (per il quale sarebbero stati necessari grossi e costosi interventi di sistemazione) si trasferirà poco distante, nel Vieux Nice, all’interno del complesso dei Franciscains, in place Saint-François, mentre un  nuovo palazzo dei congressi nascerà all’Ovest della città non distante dall’aeroporto.
Resteranno al loro posto il MAMAC e la biblioteca Louis Nucera oltre al  parcheggio nella parte sotterranea.





Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium