/ Altre notizie

Altre notizie | 03 agosto 2020, 08:00

Una voce nella notte: “Comportatevi bene!”

A Nizza altoparlanti diffondono messaggi sulle norme comportamentali e invitano ad indossare la mascherina. Anche messaggi personalizzati. Una sorta di “grande fratello” sonoro

Altoèarlante nel Vieux Nice

Altoèarlante nel Vieux Nice

La prima volta che lo si ascolta si resta sorpresi.
Seduti o a passeggio sul Quais des Etats Unis, con le prime luci della sera che si specchiano nella Baia degli Angeli, il messaggio giunge come la sciabolata di un faro: “ Il Comune e la polizia municipale di Nizza ricordano che per la vostra sicurezza, i gruppi che disturbano l'ordine e la tranquillità pubblica, il consumo di alcol come l'uso di dispositivi audio o strumenti musicali che disturbano la tranquillità del quartiere, sono vietati sulla spiaggia e sulle vie pubbliche. Siete pregati di lasciare il sito pulito e di non gettare la spazzatura a terra o sulla spiaggia. Dato il contesto sanitario collegato a Covid-19, vi ricordiamo la necessità di rispettare i gesti di barriera e il distanziamento sociale”.

È un altoparlante, sistemato sul Quai, a diffondere (ogni trenta minuti dalle 21 alle 2 del giorno seguente) il messaggio, uno dei tanti, destinati a “tenere compagnia” a nizzardi e turisti che affollano le strade lungo la baia o nell’iper centro.

Un sistema utilizzato anche per ricordare l’obbligo di mascherina e che potrà contenere pure messaggi personalizzati.

Il sistema sonoro, infatti, farà sinergia con le video camere che sorvegliano praticamente tutta la città.

Dal centro di supervisione, posto poco distante dal mercato di Liberation, verranno infatti inviati messaggi “personalizzati” nell’ipotesi venissero riscontrate particolari violazioni alle norme.

L’esempio classico è quello di una rissa in spiaggia con l’avviso a porvi fine e l’avvertenza che una pattuglia della polizia sta sopraggiungendo.

Una sorta di “grande fratello” sonoro, in grado di interloquire con le persone, ricordare genericamente le principali norme da rispettare, ma anche di avvisare che “si è tenuti sotto controllo” e che il “grande occhio” vi sta registrando.

Già era stato sperimentato, nei momenti più bui dell’epidemia, nell’ipercentro (Promenade des Anglais, Quai des États Unis, Masséna, Garibaldi, Thiers e Jean-Médecin) ora, di notte, avrà una funzione preventiva, mentre di giorno servirà a ricordare l’obbligo di indossare la mascherina.

Poi se le video camere individueranno situazioni particolari, verranno inoltrati messaggi personalizzati.
 



Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium