/ Business

Business | 30 agosto 2020, 19:00

Il Covid 19 colpisce i grandi magazzini: chiudono alcuni negozi Camaïeu

Il leader in Francia e non solo del prêt-à-porter che ha appena trovato un nuovo acquirente che dovrebbe traghettarlo fuori dalla crisi

Rue pietonne a Nizza

Rue pietonne a Nizza

Anche le “grandi insegne”, quelle che hanno fatto e fanno la storia dei centri commerciali della Costa Azzurra, sono state costrette dal Covid 19 e dalla crisi che ha innescato ad abbassare alcune serrande dei propri negozi.

Ad essere colpito, con durezza, Camaïeu, leader in Francia e non solo del prêt-à-porter che ha appena trovato un nuovo acquirente che dovrebbe traghettarlo fuori dalla crisi.

Le vendite on line, le chiusure forzate, la crisi economica hanno fatto la differenza e il nuovo proprietario, Michel Ohayon, ha annunciato una ristrutturazione della rete di vendita: resteranno aperto 511 dei 632 negozi e sarà confermato il contratto di assunzione a 2.600 dei 3.100 dipendenti.

A cadere sotto la scure dei tagli due grandi magazzini in Costa Azzurra, quello di Cap 3000 a Saint Laurent du Var e quello di Nicétoile, a Nizza.

Per i clienti più affezionati, in Costa Azzurra, manterranno le serrande aperte i magazzini Camaïeu ad Antibes Juan-les-Pins (centro commerciale Carrefour), Villeneuve-Loubet (Zac les Cavaliers), Cannes, Mandelieu-La Napoule, Menton, Grasse, La Trinité (Auchan), Nizza (pietonne, Lingostière, TNL), Brignoles, Draguignan, La Valette du Var (Grand Var), Ollioules, Hyères, Saint Raphaël, La Seyne sur Mer e, a Monaco, quello di Fontvieille.

E’ stata annunciata anche la chiusura di un negozio Decathlon.






Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium