/ Altre notizie

Altre notizie | 03 gennaio 2021, 07:00

Francia: le novità d’inizio anno

Tante novità per i francesi: più informazioni sulla qualità dell’aria, contributi per auto elettriche o ibride. Vietati molti oggetti in plastica, gratuiti gli apparecchi acustici, costeranno molto di più i veicoli inquinanti. L’indicazione dell’indice di riparabilità dovrà apparire a fianco del prezzo: si parte da lavatrici, smartphone e computer

Quai des Etats Unis, Nizza - Fotografia di Ghjuvan Pasquale

Quai des Etats Unis, Nizza - Fotografia di Ghjuvan Pasquale

Sono cambiate molte cose, in Francia, dal 1° gennaio 2021 e tanto nella direzione di diminuire l’inquinamento e di rispettare l’ambiente.

Una grossa novità viene dall’obbligo di indicare l’indice di riparabilità per gli elettrodomestici e gli oggetti elettronici messi in vendita. Appesantiti i costi dei veicoli a gasolio che inquinano di più, nella situazione peggiore il sovrapprezzo potrà raggiungere 30mila euro. Tanti oggetti di plastica “spariranno” dalla circolazione dal 1° giungo, sono concessi 6 mesi per smaltire le scorte.

Ecco le principali misure

Taxe d'Habitation
Continua il calo della Taxe d'Habitation, ma solo per le prime case. La riduzione è del 20%, mentre il prelievo alla fonte calerà del 30% a partire da gennaio. A partire dal 1° gennaio 2023 la tassa sparirà, ma solo per la residenza principale. Per le altre…continuerà ad essere pagata.

Qualità dell'Aria

A partire da gennaio, almeno a livello di aggregazioni di comuni, sarà possibile conoscere la qualità dell’aria che si respira. Un’informazione diffusa su tutto il territorio nazionale.
L’indice della qualità dell’aria includerà anche la presenza delle polveri sottili (PM2,5) assieme con la presenza di altri quattro elementi: particelle PM10, ozono, biossido di azoto, anidride solforosa.

Gas
Le tariffe aumenteranno dal 1° gennaio 2021 mediamente dello 0,2%.

Colonnine di ricarica per auto elettriche
Chi installerà, come proprietario o inquilino, colonnine per la ricarica dell’auto elettrica nel garage della propria residenza principale potrà beneficiare di un contributo sul 75% della spesa, fino ad un massimo di 300 euro.

Oggetti in plastica vietati
Sono vietati, a partire dal 1° luglio 2020 data entro la quale dovranno essere smaltite le scorte esistenti al 1° gennaio i seguenti prodotti in plastica: cannucce, posate, palettine, contenitori per sandwich, tappi e coperchi per bevande, bastoncini dei palloncini, coriandoli e spiedini per la carne. Le aziende e gli enti pubblici non potranno più distribuire bottiglie di plastica.

Pubblicità

È vietata la pubblicità cartacea sui veicoli.

Indice di riparabilità
Gli oggetti in vendita dovranno riportare, vicino al prezzo e sulla confezione, l’indice di riparabilità con un punteggio che andrà da 1 a 10. L’obiettivo è di raggiungere almeno il 60% per i prodotti elettrici ed elettronici. Per cinque prodotti la sperimentazione con l’apposizione dell’indice parte subito. Si tratta di: lavatrici, televisori, smartphone, computer portatili e tosaerba.

Apparecchi acustici
La Francia entra nell'ultima fase della riforma "100% salute" iniziata nel 2019, i dispositivi più diffusi ("classe 1") saranno venduti a 950 euro ciascuno e completamente rimborsati, mentre per i modelli più sofisticati ("classe 2") i prezzi rimarranno liberi e il rimborso potrà variare da 400 a 1.700 euro.

Marcatura delle biciclette

Le nuove biciclette, vendute nei negozi, dovranno recare un "identificativo univoco" al quale saranno collegati i dati anagrafici del proprietario. L’obiettivo è di ridurre i furti di biciclette e di rendere possibile, quando sono rinvenute, di contattare il proprietario.

Francobolli
Le tariffe postali aumentano in media del 4,7% e il valore di tutti i francobolli supererà l’euro.
In pratica:

  • Il francobollo grigio (consegna entro 4 giorni) sale a 1,06 euro.
  • Il francobollo verde (consegna entro 48 ore) sale a 1,08 euro;
  • Il francobollo rosso (consegna entro 24 ore) sale a 1,28 euro.


Veicoli inquinanti (Malus)
Sale la penalizzazione per i veicoli che inquinano di più, la soglia di anidride carbonica è abbassata da 138 gCO2 / km a 133 gCO2 / km. La pensale massima al momento dell’acquisto sale da 20 mila euro a 30 mila euro per i veicoli che presentano una soglia di inquinamento che supera i 219 gCO2 / km.
Sono invece favoriti gli acquisti di veicoli elettrici o ibridi con la proroga, fino al 1° luglio 2021, del contributo di 7.000 euro.



Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium