/ Ambiente

Ambiente | 22 giugno 2021, 18:00

Grasse ottiene il riconoscimento di Ville Étoilée per il notevole risparmio energetico e il rispetto dell'ambiente

La città é la quarta città più grande della Francia ad aver ottenuto questa distinzione: molta cura nell’illuminazione pubblica e rinnovamento del materiale sono alla base del riconoscimento

Grasse, ville étoilée

Grasse, ville étoilée

L'Associazione Nazionale per la Protezione del Cielo e dell'Ambiente Notturno (ANPCEN) ha comunicato l'elenco dei territori etichettati Ville Étoilée.

Questo marchio, sostenuto dal Ministero della Transizione Ecologica, premia i comuni che si impegnano in un processo continuo di miglioramento della qualità dell'ambiente notturno tenendo conto dell'inquinamento luminoso, del rispetto della biodiversità e della sicurezza, del comfort e del risparmio energetico ed economico.

La città di Grasse è la quarta città più grande della Francia ad aver ottenuto questa distinzione tra i 364 comuni “riconosciuti” quest'anno. Si è distinta per le iniziative e le pratiche virtuose messe in atto localmente a favore della tutela dell'ambiente.

Queste pratiche includono

  • L'uso di orologi astronomici;
  • Rispetto della norma che consente una “giusta” illuminazione;
  • Limitazione delle insegne luminose nel Regolamento Pubblicitario Locale;
  • Sottoscrizione di una carta di impegno per la tutela del cielo notturno e dell'ambiente;
  • Effettuare studi sul livello di illuminazione;
  • Attuazione di azioni di sensibilizzazione allo sviluppo sostenibile per residenti e scolaresche;
  • Sperimentazione dello spegnimento notturno e della riduzione della potenza delle luci in vigore sin dal primo confinamento in alcune zone residenziali della città.

 
Con la riduzione dell’illuminazione notturna la città di Grasse ha ottenuto il 9% di risparmio energetico, che rappresenta un risparmio di oltre 51.000 euro ogni anno per la collettività.

Dal 2013, la città di Grasse ha avviato un importante programma di rinnovamento del servizio di illuminazione pubblica attraverso un contratto di prestazione energetica che garantisce un risparmio energetico del 39%. Nel 2019 l'obiettivo è stato superato con un risparmio energetico del 44,25% raggiunto.

Il rinnovamento è stato caratterizzato da:

  • Più di 700 punti luce dotati di sistemi per ridurre l'intensità luminosa in determinate fasce orarie durante la notte (dal - 25% al - 50% della potenza), e quindi per ottenere consumi energetici;
  • Sostituzione delle lampade a vapori di mercurio (vietate la vendita dal 2015) con altre tecnologie;
  • Installazione di orologi astronomici: l'accensione e lo spegnimento della pubblica illuminazione è gestito mediante orologi astronomici che tengono conto dell'ora del tramonto e dell'alba (4.015 ore di funzionamento al posto di 4.455 ore senza);
  • 24 semafori sono stati rinnovati a LED;


È inoltre in fase di redazione un  Atlante della Biodiversità Comunale (ABC) che permetterà di avere un inventario preciso delle specie (fauna/flora) presenti nel territorio. Nel 2021, un focus sarà su uccelli e pipistrelli.



Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium