/ Mentone

Mentone | 16 luglio 2021, 08:00

Anche Menton, dopo Nizza e Cannes, vieta l’utilizzo, sulle pubbliche vie, del protossido di azoto

Cartucce se ne trovano ormai dappertutto, nei parchi, lungo le strade e sulle spiagge. Gli effetti e il danno che producono. Sono reperibili facilmente nei negozi e nei supermercati: il gas esilarante , se inalato, può provocare l’asfissia

Cartucce di protossido di azoto abbandonate in una strada

Cartucce di protossido di azoto abbandonate in una strada

Ormai se ne trovano un po’ in tutti gli spazi pubblici della Costa Azzurra, abbandonate anche a decine per terra: si tratta delle cartucce di protossido d'azoto, un gas esilarante che normalmente viene utilizzato in cucina per montare la panna o in odontoiatria, ma che molte persone, soprattutto giovani, acquistano approfittando del basso costo e poi utilizzano con scopi ben diversi da quello gastronomico o medico.

Il Prefetto delle Alpi Marittime, con un’ordinanza adottata ad ottobre del 2020 ne ha vietato la vendita ai minori in tutto il Dipartimento. Una legge recentemente approvata dal Parlamento va nella stessa direzione, il fatto è che…sono rimaste lettera morta.

I diversi utilizzi “corretti” del protossido di azoto, dalla medicina alla cucina, sono tali e tanti che approvvigionarsi delle cartucce non è un problema e il costo è molto basso.
Così il fenomeno dilaga, soprattutto fra le giovani generazioni.

La scorsa estate, a Cannes, la polizia ha arrestato un venditore di protossido di azoto nella cui auto erano state rinvenute oltre duemila cartucce.

Le cartucce hanno un costo irrisorio, intorno ai 50 centesimi l’una e sono reperibili nei negozi di alimentari e nei supermercati.

L’uso improprio del prodotto, inalato direttamente, può produrre effetti quali l’asfissia per mancanza di ossigeno, perdita di coscienza, soffocamento e perdita dei sensi.

Così ora sono i comuni a cercare di correre ai ripari: dopo Nizza e Cannes ora tocca a Menton adottare un’ordinanza che vieta l’utilizzo sulle strade pubbliche di queste cartucce.

Perché un’ordinanza quando esistono ordinanze prefettizie e una legge?

Spiegano in municipio a Menton che grazie al provvedimento del Sindaco la Polizia Municipale potrà intervenire sanzionando con un’ammenda di 38 euro l’utilizzo e di 68 l’abbandono delle cartucce a terra.

Multe immediatamente operanti, poi toccherà alla legge votata dal Parlamento fare il resto e cioè sanzionare con 15 mila euro chi ha consentito ad un minore di venire in possesso delle fialette così pericolose con la salute.
Un iter lungo e tortuoso, mentre la multa di 38 euro e quella di 68 paiono in grado di colpire più velocemente e di cercare di limitare un fenomeno che sta dilagando.




Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium