/ Sport

Sport | 29 novembre 2021, 09:00

Roglic vince la prima edizione di Beking Monaco davanti a Colbrelli e Pogacar. Alberto II ha dato il via al criterium tra i 40 ciclisti professionisti

Il Principato ha ospitato domenica una grande giornata di sport e solidarietà interamente dedicata al ciclismo. L’evento, organizzato da Matteo Trentin, AWE International Group e Live Your Passion, si è aperto con una Pro/Am a squadre per raccogliere fondi in favore della Fondation Princesse Charlène de Monaco e della Fondazione Michele Scarponi.

Roglic vince la prima edizione di Beking Monaco davanti a Colbrelli e Pogacar.  Alberto II ha dato il via al criterium tra i 40 ciclisti professionisti

Primoz Roglic si aggiudica la 1° edizione di BEKING Monaco – evento dedicato al ciclismo, alla solidarietà e al tema della mobilità sostenibile ideato da Matteo Trentin in collaborazione con AWE International Group e Live Your Passione. Il campione sloveno della Lotto Jumbo ha tagliato il traguardo davanti all’italiano Sonny Colbrelli e a Tadej Pogacar.

Il grande ciclismo è stato protagonista oggi nel Principato di Monaco con la prima edizione di BEKING Monaco, evento inserito nel calendario ufficiale dell’UCI e ideato dai ciclisti e dagli sportivi che vivono nel Principato per trovare un punto di incontro tra il ciclismo come sport e la bicicletta come mezzo di spostamento sostenibile.

La giornata si è aperta con una Pro/Am che ha visto 12 squadre – ognuna composta da due ciclisti professionisti, un ambassador della Fondazione Charlène di Monaco e due amatori – impegnate in una cronometro a squadre finalizzata a raccogliere fondi per la Fondazione Michele Scarponi e per la fondazione monegasca.

Nel pomeriggio il Principe Alberto di Monaco ha dato il via al Criterium nel quale si sono affrontati i 40 campioni, élite del ciclismo internazionale, che si sono sfidati su un percorso di 1,3 km da ripetere 40 volte.

Roglic, vincitore di tre Vuelta e campione olimpico a Tokyo 2020 (Lotto Jumbo) ha vinto davanti a Sonny Colbrelli, campione italiano, campione europeo e vincitore della Roubaix 2021 (Bahrain Victorious) e a Tadej Pogacar (UAE Emirates), vincitore dei Tour de France 2020 e 2021.

Il vincitore è stato premiato da Romy Gai, presidente di AWE Group International e da Claudia Morandini, organizzatori dell’evento.

“È stata una corsa rapida e dura fin da subito e agli ultimi giri sono rimasti davanti i migliori – ha commentato Primoz Roglic al termine della gara – fa sempre piacere vincere e credo che questo sia stato un bellissimo evento, è stato importante partecipare ed essere coinvolto per questa causa. È stata l’ultima gara di una stagione che per me ha avuto degli alti e dei bassi, ora sto iniziando piano piano a prepararmi in vista della prossima”.

 

 

 

“Ringrazio Claudia e Matteo per aver organizzato questa fantastica giornata, è stato bello partecipare e tornare a gareggiare dopo la Roubaix – ha dichiarato Sonny Colbrellisono contento di aver portato a casa un altro podio per concludere questa stagione straordinaria”.

“Il successo di questa prossima edizione ci fa molto piacere e ci ricompensa delle fatiche fatte per organizzarlo e ci incoraggia a lavorare già per il prossimo anno, l’idea alla  base di Beking non era quella di un evento per i professionisti ma di una giornata dedicata alla bicicletta alla quale volevamo che le persone partecipassero in bicicletta insieme ai bambini – ha dichiarato Matteo Trentin, ideatore dell’evento – la gara è stata molto bella, soprattutto quando hai il gotha del ciclismo mondiale è già un grande risultato e il circuito è stato pensato per far divertire tutti, non soltanto i professionisti”

cs

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium