/ Ambiente

Ambiente | 16 gennaio 2022, 19:00

Attenzione ai pollini! Il bollettino settimanale delle allergie

E’ soprattutto il polline di cipresso a dover preoccupare nell’area del mediterraneo. Rischio ancora basso per le graminacee e il frassino. Attenzione al vento

Parc de la Grande Corniche, foto di Patrizia Gallo

Parc de la Grande Corniche, foto di Patrizia Gallo

Comincia a crescere il rischio per chi soffre di allergie: il bollettino settimanale emesso dal Réseau National de Surveillance Aérobiologique (R.N.S.A.) che si basa sui siti di rilevazione, sulle segnalazioni dei medici sentinella e sulle previsioni meteo è più esplicito che mai.

Questo il testo del bollettino settimanale
Nessuno sciopero per i pollini! Mentre giovedì scorso gli insegnanti hanno scioperato in tutto il Paese, i pollini dal canto loro non si sono fermati e sono rimasti presenti nell'aria per infastidire gli allergici.

Le concentrazioni di cupressaceae (famiglia dei cipressi) e polline di frassino sono in aumento nell’area del Mediterraneo e nel Sud-Ovest con un rischio di allergia che potrebbe raggiungere livelli medi.

E’ previsto anche che si alzerà il forte vento intorno al Mediterraneo che favorirà la dispersione dei pollini nell'aria e aggraverà sintomi come la congiuntivite.

Le prossime settimane saranno monitorate da vicino per le persone allergiche ai pollini delle cupressaceae nel Mediterraneo perché le concentrazioni aumenteranno quando il clima diventa più mite.

Nel resto del Paese stanno arrivando i primi pollini di nocciolo e ontano (famiglia delle Betulaceae), ma le concentrazioni restano molto basse e il rischio di allergia non supererà il livello basso. Ma attenzione, non appena la temperatura sale un po', le concentrazioni di questi pollini aumenteranno e daranno fastidio a chi soffre di allergie.

All'inizio del 2022, chi soffre di allergie dovrebbe prestare molta attenzione nelle belle giornate ventose e soleggiate, anche se il freddo dovrebbe limitare in qualche modo l'emissione di polline nell'aria.

Ecco alcuni consigli pratici per proteggersi dal polline forniti dal sito internet del Réseau national de Surveillance Aérobiologique: lavare i capelli la sera, ventilare almeno 10 minuti al giorno prima dell'alba e dopo il tramonto, evitare di asciugare i vestiti all'esterno, tenere chiusi i finestrini delle auto.

Questa la sintesi del bollettino settimanale emesso dal Réseau national de surveillance aérobiologique per le Alpes-Maritimes:

  • Ontano, rischio basso
  • Nocciolo, rischio basso
  • Cipresso, rischio moderato
  • Frassino, rischio basso
  • Quercia Rischio basso
  • Parietaria officinalis (muraiola o erba vetriola) Rischio basso



Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium