/ Ambiente

Ambiente | 24 aprile 2022, 19:00

Attenzione ai pollini! Il bollettino settimanale delle allergie

Nella regione Provence-Alpes-Côte d'Azur, il rischio di allergia sarà da basso a localmente medio per il polline di Urticacee (parietaria), Cupressacee (cipresso, ginepro, cedro), platano, quercia, graminacee, pioppo, frassino e betulla

Promenacde du Paillon, Nizza

Promenacde du Paillon, Nizza

Qual é il rischio che corre questa settimana chi soffre di allergie?  Il bollettino emesso dal Réseau National de Surveillance Aérobiologique (R.N.S.A.) che si basa sui siti di rilevazione, sulle segnalazioni dei medici sentinella e sulle previsioni meteo fornisce un’indispensabile informazione.

 

Questo il testo del bollettino settimanale
Mentre il ballottaggio per il secondo turno delle elezioni presidenziali si svolge questa domenica, 24 aprile in Francia, per quanto concerne i pollini sono le betulle e le querce a duellare.

Il rischio di allergia per il polline di betulla è ancora alto in una grande area settentrionale del Paese con clima mite e soleggiato.
La buona notizia per chi soffre di allergie è che torneranno i rovesci di pioggia e abbasseranno le concentrazioni di pollini nell'aria. Il rischio di allergia scenderà la prossima settimana per il polline di betulla con la fioritura che terminerà gradualmente.

 

 

I pollini di quercia stanno salendo al potere e vogliono vincere le elezioni! Sono in crescita, ma sono meno allergenici del polline di betulla. Il rischio associato di allergia sarà da basso a medio a seconda del reparto.

Nella regione Provence-Alpes-Côte d'Azur, il rischio di allergia sarà da basso a localmente medio per il polline di Urticacee (parietaria), Cupressacee (cipresso, ginepro, cedro), platano, quercia, graminacee, pioppo, frassino e betulla.

 

Nel Gard, Hérault, Aude e Pyrénées Orientales, il rischio complessivo di allergia può raggiungere livelli elevati durante i periodi più soleggiati con il cocktail dei pollini sopra elencati. Buone notizie per chi soffre di allergie, il tempo piovoso annunciato nel sud del Paese limiterà la dispersione del polline nell'aria.

Il polline di graminacee continua ad aumentare quasi ovunque con un rischio di allergia variabile tra livelli bassi e medi.

I pollini di salice sono presenti nell'aria anche in questo mese di aprile, ma con un rischio di allergia che non supererà il livello basso.

Il polline delle pinacee (pino, abete, abete rosso) è molto abbondante nell'aria su gran parte del territorio e può ingiallire le superfici esterne (automobili, marciapiedi, balconi, ecc.), ma fortunatamente non sono allergizzanti.

Ecco alcuni consigli pratici per proteggersi dal polline forniti dal sito internet del Réseau national de Surveillance Aérobiologique: lavare i capelli la sera, ventilare almeno 10 minuti al giorno prima dell'alba e dopo il tramonto, evitare di asciugare i vestiti all'esterno, tenere chiusi i finestrini delle auto.

Questa la sintesi del bollettino settimanale emesso dal Réseau national de surveillance aérobiologique per le Alpes-Maritimes:

  • Platano, rischio basso
  • Cipresso, rischio basso
  • Parietaria officinalis (muraiola o erba vetriola), rischio basso
  • Frassino: rischio moderato
  • Graminacee, rischio moderato
  • Betulla, rischio basso
  • Pioppo, rischio basso



Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium