/ Ambiente

Ambiente | 18 giugno 2022, 07:00

Siccità e aumento delle temperature: la “ricetta” di Christian Estrosi

Un piano di interventi in cinque punti per mettere al riparo dal rischio della carenza di acqua, non solo Nizza, ma anche le località dell’arrière pays che fanno parte della Métropole

Siccità e aumento delle temperature: la “ricetta” di Christian Estrosi

La siccità e l’aumento delle temperature preoccupano ed a Nizza si cerca di correre ai ripari: la stagione turistica è alle porte e la città vuole farsi trovare preparata di fronte all’emergenza.

Così Christian Estrosi ha voluto rassicurare residenti dell’area metropolitana e turisti: “Tutto verrà fatto per limitare al massimo i disagi, anche se siamo entrati in un contesto di emergenza climatica globale e vulnerabilità per l'uomo a fronte dell'aumento di 5 volte negli ultimi 50 anni di disastri naturali di origine meteorologica, climatica o idrologica”.


Un piano di interventi in cinque punti per mettere al riparo dal rischio della carenza di acqua, non solo Nizza, ma anche le località dell’arrière pays che fanno parte della Métropole.

Ubicazione delle fontanine


Al momento attuale il Dipartimento delle Alpi Marittime registra un deficit del 20% di acqua, fatto che non accadeva dal 1959 e, sul territorio della Métropole, entro il 2070, Météo France prevede un aumento del 30-50% degli episodi di siccità: “La situazione è grave, ma a Nizza è stata anticipata dagli investimenti che abbiamo fatto negli ultimi dieci anni. Questi pesanti investimenti hanno permesso di assicurare, ad oggi, l'approvvigionamento di acqua potabile, al 99,7% della popolazione metropolitana”.
Questi i cinque settori individuati dalla Métropole Nice Côte d’Azur per cercare di limitare rischi e disagi.



Gestione diretta
Così Christian Estrosi: "Da 8 anni abbiamo estromesso il settore privato dalla gestione dell'acqua. La Métropole, che se ne occupa, ha investito 143 milioni di euro per rinnovare e mettere in sicurezza il circuito dell'acqua potabile". Col risultato che "1,2 milioni di metri cubi di acqua sono stati risparmiati ogni anno e altre opere in vista che ci permetteranno di raddoppiare questo risparmio”.



Kit sui rubinetti
Saranno in distribuzione gratuita nei municipi, soprattutto in quelli dei territori montani: consentono di risparmiare il 20% di acqua senza creare alcun disagio.  

Riciclata l’acqua del depuratore Haliotis

Così facendo sarebbe possibile pulire le strade e innaffiare le aree verdi utilizzando l’acqua trattata proveniente dal depuratore Haliotis. Al momento non è possibile farlo per via delle normative nazionali, ma il Primo Ministro, che gestisce la transizione ecologica, ha allo studio un provvedimento ad hoc che dovrebbe vedere la luce nei prossimi giorni.



Sempre più aree verdi
L’obiettivo è quello di non utilizzare, a partire dal 2025, alcun mezzo di trasporto pubblico termico a Nizza, intanto si potenziano le aree verdi che assicurano un “naturale” abbassamento della temperatura.
Ultimamente è stata inaugurata Place Grimaldi e la Promenade du Paillon, vero polmone verde, sarà ampliata fino alla Fiera di Nizza. L’obiettivo è di creare una città verde: 70 mila alberi sono stati piantumati e altri 280 mila alberi lo saranno nei prossimi 4 anni.
Questi gli interventi
Estensione della Promenade du Paillon
Nuovo parco nella Plaine du Var
Potenziamento delle trames vertes nel centro cittadino
Riqualificazione di Place Ile-de-Beauté
Creazione del Jardin St Jean d’Angléy
Riqualificazione di Boulevard Gambetta con l’utilizzo solo di grandi bus di ultima generazione
Nizza dovrà presentarsi come città giardino il programma prevede:
36 ettari di spazio verde aggiuntivo (+11%),
16 nuovi parchi e giardini
100 orti didattici.
In effetti Nizza è la città più “arborata” di Francia con un albero ogni 5 abitanti.



Rivestimenti adatti
Interventi anche sulle facciate per adeguarle alle esigenze climatiche. L’obiettivo è quello di utilizzare materiali meno impattanti con la presenza di vegetali.




Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium