/ Sport

Sport | 02 ottobre 2022, 17:17

F1. Leclerc secondo con "giallo" a Singapore: vince Perez, nonostante una penalità arrivata dopo la gara

Un'infrazione commessa dal pilota Red Bull sotto Safety Car non pregiudica il suo successo, ma la direzione corsa ha comunicato il verdetto tre ore dopo la gara, rischiando di falsare il podio

Foto Ferrari

Foto Ferrari

AGGIORNAMENTO: tre ore dopo la gara e dopo aver ascoltato il pilota messicano, la direzione corsa lo punisce con 5 secondi di penalità. Perez resta vincitore perchè il distacco da Leclerc a fine gara era di 7.5 secondi, scesi ufficialmente a 2.5 secondi.

 

La Formula 1 corre a Singapore dal 2008, a parte le edizioni 2020 e 2021 saltate per covid. Una sola volta aveva piovuto da quelle parti, poco prima di quel tragico start (sportivamente parlando) per la Ferrari nel 2017. Fino a questo weekend, con un nubifragio che ritarda tutto di un'ora.

Gara bagnata, disputata per più di metà con gomma intermedia dal monegasco Charles Leclerc, il primo dei top team a montare la gomma da asciutto al giro 35, quando al giro 22 ci aveva provato la Mercedes con Russell, facendo capire a tutti che ce ne sarebbe voluto ancora un po' per le slicks.

La Red Bull di Perez, che al via aveva bruciato la Ferrari numero sedici, conducendo tutta la gara fino a quel momento, monta la gomma da asciutto qualche giro dopo, restando al comando, anche perchè Leclerc perde qualcosa al suo pit stop arrivando leggermente lungo e ritardando le operazioni dei suoi meccanici: frazioni di secondo, che in Formula 1 valgono tanto.

E così, tra errori, problemi, ritiri, Virtual Safety Car, Safety Car e un Gran Premio disputato quasi interamente senza il DRS, è Sergio Perez a tagliare il traguardo per primo a Marina Bay, davanti a Charles Leclerc, che non riesce a recuperare la posizione persa in partenza. Perez potrebbe prendere dopo la gara alcuni secondi di penalità per un'infrazione commessa sotto Safety Car, e questo potrebbe cambiare l'ordine di classifica, visto che il distacco con il monegasco a fine corsa è di 7 secondi e mezzo. La Ferrari di Sainz a completare il podio.

Perez è il primo pilota non iridato a trionfare a Singapore. E domenica prossima, Max Verstappen avrà un'altra matematica chance di conquistare il suo secondo titolo mondiale. Resta comunque assurda la scelta della direzione corsa di rimandare il verdetto sul messicano e su una sua eventuale penalità.

Federico Bruzzese

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium