/ Fashion

Fashion | 30 marzo 2023, 07:00

Festival des Jardins de la Côte d’Azur : i vincitori (Foto)

I giardini possono essere visitati gratuitamente fino al 1° maggio 2023. Le giurie hanno assegnato i premi: vi proponiamo le foto dei giardini premiati

«Prix du jury officiel» Nicholas Tomlan Garden Design, pour «La voie héracléenne» - Grasse -  Crédit : Camille Moirenc

«Prix du jury officiel» Nicholas Tomlan Garden Design, pour «La voie héracléenne» - Grasse - Crédit : Camille Moirenc

Si conoscono i vincitori dei vari premi che impreziosiscono la 4a edizione del Festival des Jardins de la Côte d’Azur: a consegnare i riconoscimenti, nel corso di una cerimonia tenutasi a Villa Eilenroc ad Antibes, Charles Ange Ginésy, Presidente del Dipartimento delle Alpi Marittime e Denis Brogniart, sponsor dell'evento.
La quarta edizione del festival, che può essere visitata gratuitamente fino al 1° maggio 2023, ha quale tema “Giardini d'Artista”.

Hanno partecipato al concorso 17 creazioni paesaggistiche che sono state realizzate in alcuni fra i più bei giardini della Costa Azzurra ad Antibes Juan-les-Pins all'interno del Parco Exflora, a Cannes nel Giardino della Villa Rothschild, a Grasse nel giardino della villa Fragonard, a Mentone neigiardini Biovès, a Nizza al Jardin Albert-1er e nel Principato di Monaco sulle terrazze del Casinò.

In contemporanea 5 comuni stanno ospitando 14 giardini effimeri "fuori concorso". Possono essere visitati nei comuni di Cap-d'Ail, Cagnes-sur-mer, Mandelieu-La Napoule, Saint-Jean-Cap-Ferrat, Tourrettes-sur-Loup e nel Principato di Monaco.

Questi i premi assegnati:
«Prix du jury officiel» consegnato a Nicholas Tomlan Garden Design (Francia), per «La voie héracléenne» realizzata a Grasse nel giardino di Villa Fragonard. Il giardino è costruito attorno a un percorso in pietra orientato verso due punti solstiziali che formano l'asse principale del giardino.

«Prix du jury presse» consegnato a Paola Sabbion (Italia), per il giardino «Twistcape» realizzato a Nizza nel Jardin Albert-1er. La cornice, il più classico degli elementi utilizzati per inquadrare un paesaggio, diventa la forma generatrice di una galleria dalle caratteristiche sorprendenti.  

«Prix du jury professionnel» consegnato a Hélène Pepin, per l’Oseraie du Possible ed a Kim Cao (Francia) per «Entre-là» realizzati al Jardin Albert-1er a Nizza. In un ambiente urbano si forma una spirale senza tempo. Il giardino vuole portare i curiosi in mondi diversi, con luoghi che ricordano loro da dove vengono, chi sono e dove si trovano.

«Prix GREEN Deal» consegnato ad Antoine, Sybille du Peloux e Louise Rué (Francia) per la creazione «Perspective d’avenir : Effervescence et réminiscence d’un jardin classique» realizzati al Jardin Albert-1er a Nizza.  Il team multidisciplinare di questo giardino è interessato ai giardini classici e mitici, per reinventarli e trasporre la loro bellezza e la loro unicità. Traendo ispirazione dai canoni estetici e immaginando la loro evoluzione in un futuro sostenibile, hanno creato la propria mitologia.

Infine 3 premi definiti « coups de cœur artistique »

  • Coup de cœur du jury officiel assegnato a « Ciel, la Mer ! » realizzato a Grasse.
  • Coup de cœur du jury presse assegnato a « Ciel, la Mer ! » realizzato a Grasse
  • Coup de cœur du jury professionnel assegnato al jardin « Le Temple » situato a Cannes.




Beppe Tassone

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium