/ Ambiente

Ambiente | 12 gennaio 2024, 08:00

E se Nizza e Cannes dovessero sparire, sommerse dalle acque?

Allarme degli esperti, il cambiamento climatico potrebbe sommergere una parte della Costa Azzurra. A rischio Egitto, Italia e Francia

Spiaggia di Nizza

Spiaggia di Nizza

E’ più che un allarme, gli effetti già si vedono, anche in Costa Azzurra: il riscaldamento globale sta provocando effetti che si ripercuotono anche sui litorali, con le acque del mare che avanzano e rosicchiano tratti di costa.

I ricercatori hanno lanciato un nuovo allarme che riguarda il Mar Mediterraneo dove 38.500 chilometri quadrati di costa potrebbero sparire, interessando 7.600 chilometri di litorale.

La Francia e, segnatamente, la Costa Azzurra sono al terzo posto nella poco piacevole classifica che vede coinvolti 15 Paesi che si affacciano sul Mare Nostrum.

 

Al primo posto l’Egitto, seguita dall’Italia che già, in alcune aree della Liguria e del litorale tirrenico, sta subendo alcuni concreti effetti. A rischio, inoltre, una vasta area tra Veneto ed Emilia Romagna.

In Costa Azzurra l’innalzamento dei mari presenta scenari a dir poco apocalittici con, sotto i riflettori, il centro di Cannes e La Bocca, oltre ad Antibes, Menton e Nizza.

Nizza pare particolarmente a rischio con il Var trasformato in un canale e il Mont Boron, la Colline du Château e l’Alta e media Cornice destinati a trasformarsi in un osservatorio per fotografare gli effetti dell’innalzamento climatico.

Questo scenario non risparmia Monaco e Menton e suona il de profundis (è il caso di scriverlo) per le isole Lerins.

Se questo è in prospettiva, è dato ormai per certo un innalzamento del mare di 50 centimetri sarà registrato entro il 2050: le spiagge attuali sono a rischio di scomparsa.

Se poi il fenomeno non dovesse arrestarsi, il riscaldamento globale potrebbe sciogliere tutti i ghiacci del mondo: sia quelli dei 2 Poli, sia quelli che si trovano in montagna.

In questo caso l’innalzamento del livello del mare potrebbe giungere a 65 metri.

Se per uno scenario come questo occorreranno migliaia di anni, quello dell’innalzamento del livello del mare di mezzo metro potrebbe verificarsi gradualmente e compiersi in una quindicina di anni



Beppe Tassone

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium