/ Business

Business | 27 maggio 2024, 09:20

Come organizzare un evento aziendale di successo

Gli eventi rappresentano uno strumento ancora oggi prezioso per le aziende che vogliono avere successo e consolidare il rapporto con i clienti, conquistandone e fidelizzandone di nuovi.

Come organizzare un evento aziendale di successo

Gli eventi rappresentano uno strumento ancora oggi prezioso per le aziende che vogliono avere successo e consolidare il rapporto con i clienti, conquistandone e fidelizzandone di nuovi.

Purtroppo, al giorno d’oggi si pensa ancora che sia semplice organizzarne uno. Non è affatto vero! Essenziale, infatti, è considerare alcune regole che, a prescindere dal settore, fanno la differenza.

Focus sull’obiettivo

L’evento aziendale non è fine a se stesso. Deve essere organizzato con un obiettivo specifico in mente. Può trattarsi del lancio di un prodotto o del miglioramento del posizionamento del brand in diverse situazioni, per esempio quelle associate alla beneficenza e all’attenzione alla sostenibilità sociale e ambientale. 

L’importanza dei gadget

Una volta definito l’obiettivo dell’evento, è il caso di soffermarsi su aspetti come la scelta dei gadget. Il merchandising è importantissimo in quanto permette di amplificare la brand awareness.

Oggi come oggi, grazie a siti come Wordans, è possibile ordinare gadget di ogni tipo per gli eventi aziendali, personalizzandoli sulla base delle specifiche esigenze aziendali.

Ovviamente alla base della scelta deve esserci una coerenza profonda con i valori aziendali. Se, per esempio, si punta tanto sulla sostenibilità ambientale, regalare, nel corso di un evento, un gadget in materiale non riciclabile non ha senso e può anzi ripercuotersi negativamente sull’immagine del brand.

Il potere della moodboard

Un altro step che fa la differenza quando si organizza un evento è la gestione della moodboard. Di cosa si tratta? Di uno spazio dove esporre, dopo averle accuratamente scelte, delle immagini di ogni tipo che, a modo loro, sono legate al concept e all’atmosfera dell’evento.

Possono essere foto di interni allestiti con uno specifico stile, così come immagini di persone con un atteggiamento fisico di trionfo e benessere.

Non ci sono regole stringenti per quanto riguarda la moodboard. La sua preparazione è un’ottima occasione di brainstorming e dovrebbe, se possibile, essere gestita in team.

Come scegliere la location

La scelta della location di un evento aziendale è nodale. Essenziale è conciliare la raggiungibilità con aspetti come il pregio estetico e l’efficienza della connessione. 

L’optimum prevede il fatto di focalizzarsi su spazi in grandi città, possibilmente vicini a fermate dei mezzi pubblici.

Un altro aspetto al quale è bene fare attenzione riguarda l’accessibilità per i disabili. Non considerare l’inclusività vuol dire, al giorno d’oggi, mettere a forte rischio l’immagine dell’azienda.

Sito dedicato: sì o no?

Anche in questo caso, non c’è una regola scritta sulla pietra. Dipende tutto dalle caratteristiche dell’evento e dagli obiettivi sul lungo termine. 

Se si ha intenzione di ripetere l’evento anche in futuro, il sito dedicato può avere un suo perché e rappresentare, nel corso degli anni, un ulteriore canale da presidiare per il brand, una cassa di risonanza per pubblicare contenuti come articoli di blog e video.

Il team social

In fase di organizzazione di un evento aziendale è essenziale, se si vuole avere successo, dedicare parte dell’impegno del team ai social. 

Tra attenzione ai soundbites - le frasi estratte da un discorso che ne identificano l’essenza - e la capacità di individuare momenti speciali da fermare per sempre con i Reel, sono diverse le competenze sulle quali è opportuno focalizzarsi prima del grande giorno dell’evento, così da riuscire a comunicarlo con efficacia e freschezza.

Il questionario di gradimento

Un’altra parentesi di grande importanza quando si deve organizzare un evento riguarda la messa a punto del questionario di gradimento, da inviare tempestivamente ai partecipanti.

Si tratta di uno step che fa la differenza e che dimostra quanto gli eventi siano, per le aziende, un’occasione unica di incontro con il mondo che cambia. 

Alla luce di ciò, le risposte vanno lette e discusse in team, per capire se specifici spunti possano essere o meno integrati nelle future edizioni.

Richy Garino

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium