/ Business

Business | 06 marzo 2020, 06:52

Come usare le tue criptovalute online

Le valute virtuali stanno dimostrandosi una risorsa importante nel mondo dell’e-commerce

Come usare le tue criptovalute online

Quando si parla di criptovalute molte persone pensano solamente alle potenzialità di investimento offerte dal valore Bitcoin e simili. In realtà l’industria fintech e in special modo le valute virtuali stanno dimostrandosi una risorsa importante nel mondo dell’e-commerce e come forma di pagamento innovativa.

Sono sempre più numerose le piattaforme, i siti Web e i negozi che prevedono forme di pagamento utilizzando valute virtuali. Uno dei motivi per cui le criptovalute stanno diventando una forma di pagamento così popolare è la possibilità di effettuare acquisti su siti stranieri senza doversi preoccupare delle commissioni di cambio imposte dalle banche.

Se si è interessati a utilizzare criptovalute per acquistare prodotti e servizi online continua a leggere il nostro articolo per scoprire quali piattaforme puoi utilizzare e come fare se il tuo sito preferito non accetta le valute online.

Turismo

Partiamo dal settore che sembra essere stato tra i primi a integrare forme di pagamento in criptovalute. Sono diversi i portali dove puoi acquistare viaggi, prenotare hotel o voli aerei con valute virtuali. Expedia è senza dubbio uno dei siti Web che ha tracciato la strada nel settore del turismo.

Prendendo ispirazione da uno dei principali portali mondiali sono nati anche diversi siti pensati apposta per chi desidera prenotare le proprie vacanze pagando esclusivamente in criptovalute. Siti come BTCTrip e BitCoin.Travel sono dei precursori in quello che sembra un trend in costante evoluzione.

E approposito di innovazione, Virgin Galactic permette di prenotare un posto su una dei primi shuttle che offriranno viaggi di massa nello spazio utilizzando Bitcoin.

E-Commerce

Nel caso dei siti di e-commerce il percorso delle criptovalute è stato indicato da una delle principali piattaforme statunitense, Overstock nel 2014. E da quel momento il numero di siti che accettano pagamenti con denaro virtuale è in costante crescita.

Uno dei motivi principali per cui questo metodo di pagamento è sempre più disponibile e utilizzato è il supporto offerto dalla piattaforma per e-commerce Shopify. Grazie al fatto che il principale distributore di servizi per il commercio online offre la possibilità di utilizzare Bitcoin, la popolarità di questa forma di pagamento è in costante crescita.

Pur essendo un trend che sembra non fermarsi sono numerosi i siti che non prevedono la possibilità di utilizzare criptovalute. Uno tra tutti Amazon, di cui parleremo nel prossimo paragrafo. In caso di piattaforme di livello internazionale è possibile acquistare buoni spesa in valute virtuali su siti come Gift Off ed eGifter per poi utilizzare i codici sui siti Web. Ma se si decide di utilizzare questo sistema è necessario fare attenzione che i coupon siano validi anche per acquisti dall’Italia.

Criptovalute e Amazon

Amazon al momento non permette di pagare con criptovalute e se facciamo riferimento alle dichiarazioni dei suoi dirigenti sembra che al momento non ci sia alcuna intenzione di implementare questa forma di pagamento.


Tuttavia se si vuole utilizzare una criptovaluta su Amazon si può fare affidamento a servizi di pagamento online come Purse. Al momento questa piattaforma può essere utilizzata solo sui siti di Amazon dedicati alla clientela statunitense, britannica e giapponese, ma lo sviluppo dei pagamenti in criptovalute probabilmente porterà a un ulteriore ampliamento del servizio anche su Amazon.it.


Se si desidera utilizzare Bitcoin o altre criptovalute per acquisti su Amazon.it al momento si può aggirare il limite utilizzando una carta prepagata che permette ricariche con denaro virtuale.

Servizi

Un altro settore che per sua stessa natura ha dimostrato di essere molto aperto all’introduzione di pagamenti in criptovalute è quello dei servizi informatici. La piattaforma Wordpress ha deciso di collaborare con Blockonomics per cercare un metodo per implementare il pagamento in criptovalute utilizzando il plugin Woocommerce.

E come se non bastasse anche lo Store Microsoft ha deciso di implementare questa modalità di pagamento. E per quanto riguarda i servizi online Namecheap permette di acquistare nuovi domini Web in Bitcoin, la stessa forma di pagamento disponibile su ExpressVPN per creare reti private virtuali.

Altri settori

La strada sembra ormai segnata. Casinò e società di scommesse, siti per incontri e biglietterie online stanno implementando questo genere di pagamento con successo.

Ma quello che sembra ancora più sorprendente è il fatto che stanno iniziando a essere numerosi i negozi reali e imprese che accettano pagamenti in criptovalute. In Liguria e in Costa Azzurra esistono ristoranti, hotel e negozi che dichiarano di accettare pagamenti in Bitcoin ed Ethereum.

Conclusione

La popolarità delle criptovalute come modalità di pagamento è in costante crescita e si può ipotizzare che nel giro di qualche anno possano diventare uno dei metodi di pagamento più diffusi sul Web.

E se si vuole iniziare a utilizzare criptovalute nella vita quotidiana questo è il momento migliore per iniziare. A Monte Carlo è possibile acquistare valute virtuali cercando il BitcoinATM più vicino, ma se si è alla ricerca di una soluzione comoda, sicura e senza costi di commissione esorbitanti Kriptomat.io è la piattaforma perfetta per acqusitare e investire in Bitcoin e nelle altre criptovalute presenti sul mercato.

Richy Garino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium