/ Altre notizie

Altre notizie | 26 novembre 2019, 18:00

Strade a chilometri zero

La Métropole Nice Côte d’Azur premiata per il metodo innovativo attuato per evitare il trasporto dell’asfalto, limitando l’inquinamento e permettendo di riciclare il materiale

Strade a chilometri zero

In occasione del Congresso dei sindaci e dei presidenti delle comunità francesi, la Federazione nazionale dei lavori pubblici (FNTP) ha consegnato alla Métropole Nice Côte d’Azur il premio "Victoires de l’Investissement local" per le modalità con le quali sono stati eseguiti i lavori di miglioramento e rifacimento della route métropolitaine 2205 nella valle della Tinée.

Per la concreta realizzazione di questo intervento la Métropole ha privilegiato tecnologie innovative per la manutenzione e il rifacimento della pavimentazione. Si tratta di ARM (Mobile Retreat Workshop) 2500 e Skinway, sviluppate da Eiffage. Tecnologie, che consentono il trattamento in loco delle porzioni di carreggiata danneggiate.

Oltre al risultato prodotto, che è stato soddisfacente, le soluzioni, testate sulla Strada Metropolitana 2205, tra i comuni di Saint-Etienne de Tinée e Isola, hanno consentito un notevole risparmio sui costi, pari a circa il 50%, rispetto alle soluzioni tradizionali che provvedono a rinnovare la sede stradale mediante l’asportazione dell’asfalto esistente e la sua sostituzione con altro trasportato mediante mezzi pesanti.

I processi ARM 2500 e Skinway sono, invece, particolarmente interessanti in termini di sviluppo sostenibile e sono in linea con le scelte operate dalla Métropole in termini di protezione dell'ambiente.

La soluzione adottata richiede meno energia, riduce il trasporto di materiali e, di conseguenza, l'inquinamento atmosferico. Ha anche l'effetto di limitare i gas a effetto serra perché consente di riciclare la carreggiata anziché sostituirla.


Il sistema innovativo ha permesso di evitare una percorrenza pari a 15.120 km da parte dei camion carici di asfalto, riducendo così il rischio di incidenti stradali e inquinamento acustico, preservando e migliorando le risorse locali.

Infine, l'inconveniente causato dal traffico è anche limitato grazie alla possibilità, offerta da questa soluzione, di intervenire sulla carreggiata in fasce di 2,50 metri.



Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium