/ Business

Business | 05 settembre 2020, 08:00

Estrosi si oppone alla fusione tra Suez e Veolia: “Un grave errore strategico”

“Dopo l'operazione, che sicuramente incoraggerà l'emergere di concorrenti non europei, resterà un solo attore francese, inoltre, indebolito”

Christian Estrosi

Christian Estrosi

E’ preoccupato Christian Estrosi, Sindaco di Nizza per i rischi economici, sociali e finanziari che potrebbero essere prodotti dalla fusione dei due colossi francesi Suez e Veolia.

La Francia ha due leader mondiali nel settore dei servizi ambientali: “Dopo l'operazione, che sicuramente incoraggerà l'emergere di concorrenti non europei, resterà un solo attore francese, inoltre, indebolito”.

Christian Estrosi spiega che la concorrenza è una fonte di innovazione, migliora la qualità del servizio e modera i prezzi: “Va a beneficio sia delle comunità che del consumatore finale. Nessun settore industriale o dei servizi opera con un unico attore importante.
Sono anche preoccupato per i posti di lavoro. La fusione fa sempre rima con razionalizzazione! Questo porterà sicuramente a centinaia di tagli di posti di lavoro, soprattutto in Francia, in un momento in cui il paese sta già soffrendo molto
”.

Infine, la cessione della componente "acqua" da parte di Suez a un fondo di investimento senza esperienza rappresenta un grave pericolo per il trattamento e la distribuzione dell'acqua in Francia, un'attività altamente strategica per il Paese e per l'occupazione.
"Indebolendo le competenze interne francesi, il progetto indebolirà inesorabilmente la posizione internazionale della Francia".
                                          

Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium