/ Altre notizie

Altre notizie | 09 gennaio 2021, 16:55

Il Principato di Monaco stringe le misure: coprifuoco alle 19 ed altre ordinanze dall'11 gennaio

Le nuove restrinzioni resteranno in vigore almeno sino al 27 gennaio

Il Principato di Monaco stringe le misure: coprifuoco alle 19 ed altre ordinanze dall'11 gennaio

Sabato 9 gennaio presso il Ministero di Stato si è tenuta una nuova riunione del Comitato di monitoraggio congiunto Covid-19. Il Governo del Principe ed i rappresentanti del Consiglio Nazionale hanno discusso le decisioni prese e da prendere nel contesto della crisi sanitaria e le sue conseguenze.

Al termine delle festività natalizie è stata fatta un'osservazione condivisa della situazione con una serie di criteri che confermano un rimbalzo dell'epidemia:

- Il numero di casi positivi giornalieri è aumentato in modo significativo, raggiungendo anche i 40, il che ha portato ad un aumento del tasso di incidenza che ora raggiunge i 410 casi positivi ogni 100.000 abitanti.

- Il tasso di positività (numero di casi positivi rispetto al numero di persone testate) è del 7,44% rispetto al 3,5% precedente.

- Il numero di pazienti positivi seguiti in città (146) non è mai stato così alto

- Il numero di pazienti in ricovero convenzionale (pneumologia o altri servizi) è ad un livello elevato di 18.

- Il numero di pazienti in terapia intensiva si attesta a 8, un massimo osservato dall'inizio della pandemia.

- La circolazione del virus raggiunge picchi nei territori limitrofi (Alpi Marittime e Liguria).

In queste condizioni, e per evitare che i segnali diventati arancioni diventassero rossi, sono state necessarie misure aggiuntive rispetto a quelle adottate dal 30 dicembre per ridurre la circolazione del virus.

Per un periodo dall'11 al 27 gennaio, ciò comporta il coprifuoco alle 19:00. La principale conseguenza di questo provvedimento sarà che non sarà più possibile recarsi in negozi, ristoranti, sale giochi o assistere a spettacoli artistici dopo questo periodo.

Rimarranno solo le consuete esenzioni (viaggi relativi ad attività professionale, istruzione o formazione, per motivi medici, per pressanti motivi familiari, assistenza a persone vulnerabili o custodia dei bambini, per partecipare a missioni di interesse generale su richiesta dell'autorità amministrativa, o anche brevemente per esigenze di animali da compagnia). Si è discusso anche della campagna di vaccinazione appena lanciata tra gli anziani. Il governo e il Consiglio nazionale concordano sul fatto che la vaccinazione è la soluzione per superare la pandemia. Continuerà con gli over 65, gli operatori sanitari e i più vulnerabili. I partecipanti hanno convenuto che la situazione debba essere monitorata con la massima attenzione, al fine di adattarla in modo permanente e tempestivo, come è avvenuto dall'inizio della crisi.

La prossima riunione del comitato misto si terrà venerdì 15 gennaio

rg

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium