/ Politica

Politica | 20 giugno 2022, 07:00

Elezioni legislative: la Francia “sceglie” l’instabilità. E ora?

Ensemble primo partito, ma lontano dalla maggioranza assoluta. La sinistra unita seconda, forte balzo del Rassemblement National. A Nizza Ciotti vince e “raddoppia” con Christelle d’Intorni. Eletto anche Philippe Pradal

L'emiciclo dell'Assemblea Nazionale

L'emiciclo dell'Assemblea Nazionale

La Francia si è svegliata questa mattina con un problema in più, quello della difficile governabilità del Paese.
I risultati usciti questa notte dalle urne sono tali da rendere difficile la formazione di una maggioranza in Parlamento e che richiederà un lungo lavorio e molti compromessi per trovare una via di uscita.

Ensemble, la lista che si rifà al Presidente Macron, ha sì ottenuto la maggioranza dei seggi, ma non quella assoluta e il sistema elettorale, immaginato per rendere governabile il Paese quando a scontrarsi sono due gruppi, ha dimostrato, in una situazione almeno quadripolare, tutti i suoi limiti.

Sin da oggi inizieranno i colloqui per trovare un accordo, ma la Francia non è abituata a trovarsi in una situazione simile all’Italia e la “commistione” di voti tra destra e sinistra che ha portato ai risultati del ballottaggio potrebbe non aiutare.

I Républicains, ad esempio, hanno già fatto sapere che resteranno all’opposizione e la sinistra unita ha usato, a commento dei risultati, toni tutt’altro che pacifici.

Aleggia l’ombra dello scioglimento anticipato dell’Assemblea Nazionale e questo potrebbe “forse” aiutare a trovare un qualche accordo, destinato peraltro a durare ben poco.
Difficile non “scommettere” che la Francia fra un anno possa tornare alle urne.
Questi i risultati elettorali e i seggi attribuiti

  • Ensemble! (Majorité Présidentielle) 38,57% - 8 003 240 voti – 245 seggi
  • Nouvelle Union Populaire Écologique et Sociale 31,60%- 6 556 711 voti – 131 seggi
  • Rassemblement National 17,30 - 3 589 465 voti – 89 seggi
  • Les Républicains et alliés 6,98 - 1 447 838 voti – 74 seggi
  • Divers Gauche – 2,14% - 443 282 voti – 22 seggi
  • Régionaliste 1,28% - 264 780 voti – 10 seggi
  • Divers Droite 1,11% - 231 071 voti – 10 seggi
  • Divers Centre 0,48% - 99 142 voti – 4 seggi
  • Autres 0,09% - 18 295 voti – 1 seggio
  • Droite Souverainiste 0,09% - 19 306 voti- 1 seggio
  • Union des Démocrates et des Indépendants 0,31% - 64 443 voti – nessun seggio
  • Extrême Gauche 0,05% - 11 229 voti - nessun seggio

 


Terremoto nel Dipartimento delle Alpi Marittime, con Ensemble in forte difficoltà che conquista, a fatica, un solo seggio a Nizza
Questi i risultati elettorali e i seggi attribuiti.

Circoscrizione 1
Comprende oltre al centro storico di Nizza anche il territorio Sud e Sud Est della città.
LR: Eric Ciotti (parlamentare uscente): 56,33%
Ensemble: Graig Monetti: 43,67%

Circoscrizione 2
Comprende il territorio Nord Ovest del Dipartimento oltre a località quali Grasse, Vence, Carros e La Gaude.
RN: Lionel Tivoli: 51,65%
Ensemble: Loic Dombreval (parlamentare uscente): 48,35%

Circoscrizione 3
Comprende le aree Nord e Nord Ovest di Nizza e località quali La Trinité, Saint-André-de-la-Roche e Falicon.
Ensemble: Philippe Pradal: 57,44%
Nupes: Enzo Giusti: 42,56%

Circoscrizione 4
Comprende l’area ad Est del Dipartimento e la Valle Roya. Riguarda località quali Menton, Beausoleil, Roquebrune-Cap-Martin, Villefranche-sur-mer e Tende.
RN: Alexandra Masson: 56,20%
Ensemble: Alexandra Valetta Ardisson (parlamentare uscente): 43,80%

Circoscrizione 5
Comprende l’area Ovest di Nizza e il Nord del Dipartimento oltre a località quali
Saint-Etienne-de-Tinée.
LR: Christelle d’Intorni: 57,54%
Ensemble: Marine Brenier (parlamentare uscente): 42,46%

Circoscrizione 6
Comprende alcune aree costiere poste al centro del Dipartimento tra i comuni: Cagnes-sur-Mer, Saint-Laurent-du-Var e Villeneuve-Loubet
RN: Bryan Masson: 51,35%
Ensemble: Jean-Bernard Mion: 48,65%

Circoscrizione 7
Comprende la città di Antibes e le aree contigue tra cui Biot.
LR: Eric Pauget (parlamentare uscente): 58,84%
Ensemble: Eric Mele: 41,16%

Circoscrizione 8
Comprende Cannes e le località limitrofe oltre a Mandelieu La Napoule.
LR: Alexandra Martin: 69,27%
Ensemble: Jean-Valéry Desens: 30,73%

Circoscrizione 9
Comprende la città di Grasse e una trentina di comuni tra i quali Cannet, Mougins, Saint-Auban e Saint-Vallier-de-Thiey.
LR: Michèle Tabarot (parlamentare uscente): 63,06%
RN: Franck Galbert: 36,94%

Escono dunque di scena, non confermati dalle urne, tre deputati che facevano riferimento, nella passata legislatura al Presidente Macron, mentre la maggioranza presidenziale si ritrova con un solo parlamentare, l’ex sindaco di Nizza Philippe Pradal.
Il vincitore, a Nizza, è senza dubbio Eric Ciotti che conferma il proprio seggio e traina, nella quinta circoscrizione, la vittoria di Christelle d’Intorni.

Sconfitto esce il Sindaco di Nizza Christian Estrosi che perde un parlamentare in città e che sta pure a bocca asciutta anche in altre due circoscrizioni che “toccavano” il territorio della Métropole.


Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium