/ Altre notizie

Altre notizie | 27 giugno 2022, 18:00

Nizza: vita grama per i ladri di biciclette: arrivano le “borchie” antifurto (Foto)

Il sistema viene attivato tramite il proprio smartphone utilizzando un QR code indicato sul dispositivo stesso. L’attivazione consente di “liberare” un corposo blocco a forma di “U” in grado di ancorare la bicicletta stringendola al massimo

Rue de France a Nizza

Rue de France a Nizza

Sono spuntati come funghi nel volgere di pochi giorni: se ne vedono non solo in Rue de France, pochi sanno cosa siano ed a cosa servano.
Eppure fra pochi mesi saranno in molti ad utilizzarli, non solo per questioni di sicurezza, ma anche per la “garanzia” che offrono in caso di furto.

 

Si tratta di dispositivi “connessi” che servono per “parcheggiare” in tutta sicurezza la propria bicicletta e che garantiscono non solo l’enorme difficoltà a compiere un furto, ma anche una copertura assicurativa, nel caso dovesse succedere.

Non sono destinati a sostituire le rastrelliere o i luoghi usuali dove le biciclette vengono lasciate, allacciate con le catene che ognuno porta con sé, ma ad offrire un servizio in più, utilissimo quando per acquistare la “due ruote” si sono spesi parecchi soldi e quindi la necessità di difenderla da possibili (o probabili) tentativi di furto é quanto mai necessaria.

 

Si tratta di un sistema sviluppato dalla società Sharelock, già sperimentato in Normandia, a Rouen e nella regione parigina.

Come funziona?
Il sistema viene attivato tramite il proprio smartphone utilizzando un QR code indicato sul dispositivo stesso. L’attivazione consente di “liberare” un corposo blocco a forma di “U” in grado di ancorare la bicicletta stringendola al massimo.

Nessun codice da memorizzare, per sbloccare la bicicletta: sarà necessario utilizzare nuovamente lo stesso smartphone che provvederà ad attivare il sistema che “sgancerà” la bicicletta.

Un’assicurazione veglierà in caso di furto, assicurando un rimborso forfetario di 200 euro, anche se, fino ad ora, nelle località ove è stato sperimentato non ne sono statu segnalati.

 

Quanto costa?Il servizio si paga con carta di credito: gratis fino a 15 minuti e poi 50 centesimi l’ora.Per chi pensa di dover utilizzare il sistema antifurto connesso più volte è anche possibile un abbonamento mensile al costo di 10 euro.

 

Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium