/ Business

Business | 05 novembre 2020, 17:00

Il Principato di Monaco presenta un bilancio preventivo 2021 con 114,5 milioni di perdite. La scelta: perdere per supportare persone e aziende locali

Il governo ha voluto essere cauto nel redigere questo bilancio originale, sia in termini di entrate, che potrebbero essere più o meno influenzate dalla crisi sanitaria

Il Principato di Monaco presenta un bilancio preventivo 2021 con 114,5 milioni di perdite. La scelta: perdere per supportare persone e aziende locali

"Si tratta di un bilancio preventivo redatto in un contesto economico incerto, ma propositivo, con le principali linee guida della politica del governo che mirano al sostegno all'occupazione ed al Piano nazionale per la casa dei monegaschi "
Il Consigliere di Governo - Ministro delle Finanze e dell'Economia, Jean Castellini, ha presentato gli orientamenti del progetto iniziale di bilancio 2021
che sarà sottoposto all'esame e al voto del Consiglio nazionale il mese prossimo. Era accompagnato da Sophie Vatrican, Direttore del Bilancio e del Tesoro.
Il governo ha voluto essere cauto nel redigere questo bilancio originale,
sia in termini di entrate, che potrebbero essere più o meno influenzate dalla
crisi sanitaria, nonchè per le spese che devono essere ridotte al minimo per investimenti a favore dei monegaschi e dei residenti.
Per la prima volta dal 2015, questo budget iniziale sarà presentato in deficit fino di 114,5 M €.

"Se gli esercizi finanziari del Principato sono stati tutti chiusi in utile tra il 2012 e il 2019, non sarà così nel 2020, con un deficit votato durante il
secondo bilancio di rettifica di 165 M € e non è previsto neanche per il 2021. Il nostro obiettivo resta ristabilire quanto prima l'equilibrio di bilancio e preservare il modello economico e sociale del Principato ”
ha indicato Jean Castellini.
I ricavi dovrebbero diminuire nel 2021, nell'ordine di 40 milioni di euro rispetto all'esercizio finanziario precedente, in particolare derivante da una riduzione dell'IVA legata ai consumi. Le spese registrano un incremento di circa il 5%, pari a +79 milioni di euro.

Il Consigliere-Ministro ha sottolineato le principali questioni evidenziate dalle priorità di questo budget:

- Il Piano nazionale degli alloggi per i monegaschi, che mobilita un terzo dei
625M € destinata alle spese di investimento, con consegna prevista tra il 2022 e il 2025 per quasi 800 nuovi appartamenti;

- L'accelerazione della transizione digitale, con una dotazione di 45M €,
simile a quello del 2020 e che si basa sia sullo sviluppo di infrastrutture come il Cloud sovrano, sulla trasformazione di l'amministrazione e lo sviluppo di un'economia digitale;

- Il proseguimento della politica di mobilità con in particolare il rinnovo di
Parcheggi Grimaldi Forum e Larvotto, 12 nuove stazioni MonaBike, 4 milioni di euro per collegamenti verticali meccanizzati (ascensori, scale mobili) nel Principato, ma anche nel comune di Beausoleil (3 milioni di euro), e la continuazione di rinnovo dei treni TER;

- Preservazione del settore sanitario (17 milioni di euro per Cap Fleuri, 11 milioni di euro per il mantenimento del livello CHPG, 44 milioni di euro per riqualificazione del Larvotto, prevista per l'estate 2021, 8,6 milioni di euro per la manutenzione del Edifici immobiliari, ecc.).

Lo ha specificato anche il consigliere-ministro del governo Jean Castellini
il budget originario deve essere "pragmatico e flessibile" e incorpora le misure di cui al consultazione con il Consiglio nazionale, come il Piano di ripresa economica Monegasque, sviluppato per gli anni fiscali 2020 e 2021, e l'estensione del CTTR fino al fine marzo 2021 (40 milioni di euro preventivati).

rg

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium