/ Altre notizie

Altre notizie | 15 febbraio 2021, 19:00

Aeroporto Nice Côte d'Azur, “l’ampliamento del Terminal 2 non s’ha da fare!”

La decisione del ministro della transizione ecologica Barbara Pompili ridà ossigeno a quanti sono contrari all’ampliamento dello scalo di Nizza. Le polemiche ripartono

Aeroporto di Nizza

Aeroporto di Nizza

Le polemiche non si erano mai sopite, anche se la sentenza del Tribunale Amministrativo che, lo scorso anno, aveva respinto il ricorso, pareva ormai aver dato il via libera all’estensione del Terminal 2 dell’aeroporto Nice Côte d'Azur.

Si tratta di 25mila metri quadrati di superficie aggiuntiva, con un nuovo spazio destinato a sale d'imbarco, destinato ad incidere sulla foce del Var che, fanno osservare gli ambientalisti, fieri oppositori del progetto, è un’area naturale di nidificazione per uccelli migratori selvatici.

Il fatto nuovo, che potrebbe anche ribaltare la situazione, viene dalla decisione del ministro della transizione ecologica Barbara Pompili che ha annunciato l’abbandono del progetto di realizzazione di un quarto terminal all’aeroporto di Parigi Roissy.

Le ragioni sono da ricercare nell’inquinamento aggiuntivo che un’estensione del traffico aereo avrebbe provocato nell’area parigina: questo ha ravvivato le proteste e le tesi degli ambientalisti e di quanti “vedono male” l’estensione del Terminal 2 dell’aeroporto nizzardo.

Un’opera destinata, a regime e “post pandemia”, a consentire la crescita di ulteriori 4 milioni di passeggeri nello scalo della Costa Azzurra portandolo a potenziali 18 milioni, quando la normalità sarà tornata.

“L’estensione del terminal a Parigi avrebbe generato inquinamento? Non è che a Nizza sia tanto meglio”, fanno notare gli ambientalisti e, a farsi interprete e portavoce della riapertura del dossier, è stato il Xavier Garcia, leader dei socialisti nizzardi: “Questo ampliamento non è nell’interesse della Côte d’Azur. Rappresenta un’accelerazione nel campo del turismo che innesca uno sviluppo economico non equilibrato e crea un modello che genera diseguaglianze, povertà e lavoro precario”.

Nice Génération-s, a sua volta, con un comunicato stampa sintetizza: “Il ministro della Transizione ecologica, Barbara Pompili, ha appena convocato il gruppo ADP (Aeroporto di Parigi) chiedendogli di abbandonare il previsto ampliamento di Roissy Charles de Gaulle e la costruzione di un quarto terminal.
La ragione? L’estensione va contro la lotta al riscaldamento globale e alla salvaguardia dell'ambiente.

Questo progetto è, secondo il ministro, "obsoleto". La situazione a Nizza è la stessa di Parigi quindi chiediamo a Barbara Pompili, per stesse ragioni, di porre fine all'obsoleto e disastroso progetto di ampliamento dell'aeroporto di Nizza”.
La polemica si è appena riaperta…e promette fuochi e faville!



Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium