/ Altre notizie

Altre notizie | 05 ottobre 2021, 08:00

“L’Uomo in piedi”, una scultura ricorda i lutti e le sofferenze della Tempesta Alex

E’ stata inaugurata a Plan du Var all’incrocio delle strade che conducono alle valli Vésubie e Tinée. L’autore è Wilfrid Bricourt: ogni elemento di questa scultura è stato strappato dalla tempesta alle case, alle foreste ed al territorio

L’Homme debout, l'opera di Wilfrid Bricourt

L’Homme debout, l'opera di Wilfrid Bricourt

A Plan du Var, subito dopo il ponte Durandy, all'incrocio delle strade che conducono alle valli Vésubie e Tinée, è stata inaugurata un’opera commemorativa a ricordo delle persone scomparse, dei lutti e delle sofferenze causate dalla tempesta Alex.

 

 

L’autore dell’opera è Wilfrid Bricourt: ogni elemento di questa scultura è stato strappato dalla tempesta alle case, alle foreste ed al territorio.
Ogni elemento, ha sottolineato Christian Estrosi, contiene un po' di noi, del lavoro dei nostri anziani e del nostro mondo. Quest’uomo in piedi siamo noi, la gente di qui, delle nostre valli e delle nostre montagne: feriti, in lutto, ma in piedi, orgogliosi, di fronte al grande sole della vita che sarà sempre più forte della tempesta”.

L’opera è intitolata “L’Homme debout” (l’Uomo in piedi), alta 3,50 metri, pesa 180 chilogrammi ed è stata realizzata con materiale recuperato dopo la tempesta Alex in particolare:

  • Fili metallici e recinzione di un pollaio per la realizzazione del Pianeta;
  • Scarti di tubolare per lo scheletrato;
  • Fibre per il cablaggio per l'albero della vita.

L’opera è stata realizzata in 5 giorni.
L’autore, Wilfrid Bricourt, ha 51 anni e di professione è responsabile del dipartimento dell'infanzia e della gioventù nella città di Camaret (Vaucluse).

Attraverso queste opere (ne ha in fase di realizzazione altre), l'artista cerca di trasmettere un messaggio ambientale e solidale: estrarre i rifiuti dai fiumi e trasformarli in qualcosa di positivo, sensibilizzare l'opinione pubblica sull'inquinamento dei corsi d'acqua e sul miglioramento della nostra gestione dei rifiuti.


Beppe Tassone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium