/ Monaco

Monaco | 07 agosto 2023, 10:12

La locomotiva del turismo in Costa Azzurra è un treno in corsa che proviene da tutto il mondo

L’aumento più sensibile di turisti viene soprattutto dall'Asia (+130% rispetto al 2022) e dall'Oceania (+84%), ma anche dal Medio Oriente (+47%), dall'Europa centrale e orientale (+45%) e dall'America del Nord (+36%)

La locomotiva del turismo in Costa Azzurra è un treno in corsa che proviene da tutto il mondo

Continua, e per certi verso sembra inarrestabile, il recupero del turismo in Costa Azzurra nel periodo post Covid. Tutto questo anche e soprattutto grazie agli stranieri, che sono ritornati in numero sempre più numeroso mentre i francesi sembrano dirigersi verso mete più lontane, precluse all’epoca della pandemia.

Durante la primavera, i turisti provenienti dall’Europa hanno rappresentato i tre quarti delle presenze con un incremento anche di quelli provenienti dai paesi extra europei.

Ancor meglio la situazione nella prima parte dell’estate, durante la quale la frequentazione degli stranieri in Costa Azzurra è tornata ai livelli del 2019 e rappresenta il 55% delle presenze.

La grande voglia di tornare a viaggiare, unitamente all’allentarsi delle restrizioni sanitarie hanno fatto la differenza, con i turisti che hanno scelto la Costa Azzurra durante giugno e luglio anche per evitare i problemi di sovraffollamento delle strutture, come l’aumento dei costi che, inevitabilmente, segna ogni alta stagione.

L’aumento più sensibile di turisti viene soprattutto dall'Asia (+130% rispetto al 2022) e dall'Oceania (+84%), che avevano disertato l'Europa, ma anche dal Medio Oriente (+47%), dall'Europa centrale e orientale (+45%) e dall'America del Nord (+36%).

Per il periodo da metà luglio a fine ottobre, le prenotazioni aeree straniere sull’aeroporto di Nizza-Costa Azzurra segnano un aumento del +25% rispetto al 2022. Le 5 nazionalità straniere con più presenze in Costa Azzurra sono Nord Americani, Britannici, Italiani, Tedeschi e Asiatici (tutti i paesi).

I grandi appuntamenti culturali e sportivi (Festival di Cannes, Grand Prix de Monaco, Lions Festival, Iron Man...) come sempre hanno fatto la differnza , poi ci sono stati i fine settimana lunghi che hanno reso la primavera turistica in Costa Azzurra davvero è stata eccezionale

Il tasso di occupazione alberghiera ha raggiunto il 75% a maggio (con picchi al 90%) e l'80% a giugno. Nell'intero mese di luglio 2023, il tasso di occupazione del settore alberghiero costiero è stato dell'83% (rispetto all'84% nel 2022), con un fatturato in aumento del 12%. Si tratta di na delle migliori performance storiche del mese di luglio nel settore alberghiero della Costa Azzurra.

Sulla base dei livelli attuali di prenotazioni (in alberghi e residenze turistiche ma anche negli affitti tra privati) e tenendo conto delle prenotazioni tardive, si stima che l'occupazione alberghiera media sul litorale sarà dell'82-85% in agosto e di circa il 75% in settembre.

L'occupazione media estiva potrebbe quindi essere leggermente inferiore di alcuni punti rispetto alla scorsa estate. Ciò è dovuto in particolare alle maggiori capacità di accoglienza (numerose aperture di hotel alla fine del 2022 - inizio del 2023) e a un sensibile aumento delle tariffe alberghiere. Nella stagione estiva completa, da aprile a settembre, l'occupazione alberghiera media si situerebbe al 75%, allo stesso livello del 2019 e del 2022, con picchi estivi ancora presenti ma meno accentuati.

Nel primo semestre del 2023, la spesa giornaliera rimbalza del +42% rispetto al 2022 e si attesta a 109€ al giorno/persona in media. Questo rimbalzo interessa sia i francesi che gli stranieri. Quest'estate, in un contesto globale di inflazione e di prezzi al rialzo nell'offerta dei servizi turistici, il consumo ha registrato un andamento molto positivo. I budget spesi stanno aumentando e ritornando ai livelli precedenti al periodo Covid, anche a livelli prossimi ai record storici (circa 120€ al giorno/persona).

La presenza di clienti stranieri ad alto potere d'acquisto e portatori di valuta forte, assicurata in particolare da collegamenti aerei diretti da/verso gli Stati Uniti e il Medio Oriente, spiega questa progressione del consumo turistico, orientata verso offerte di alloggi di fascia alta. I clienti storici internazionali della Costa Azzurra sono definitivamente tornati e garantiscono una bella stagione alla nostra destinazione.

"Far conoscerela Costa Azzurra, in Francia e all'estero, è la nostra missione principale - dice Alexandra BORCHIO FONTIMP, Presidente del CRT Costa Azzurra Francia -. Siamo felicissimi di ritrovare turisti provenienti da tutto il mondo, che vengono a scoprire la ricchezza e la diversità del nostro territorio, unico al mondo per il suo posizionamento tra mare e montagne. La conquista di nuovi mercati esteri e il consolidamento dei legami con i nostri mercati storici è infatti al centro del nostro piano d'azione".

Cesare Mandrile

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium